mercoledì, 22 Settembre 2021

Lucifero infuoca l’Italia, 8 città da bollino rosso: temperature fino a 47-48 gradi

Da domani, l’anticiclone subtropicale africano mostrerà tutta la propria forza sull'Italia. I meteorologi affermano che è iniziata la settimana di maggior caldo dell’estate 2021, dalla quale si salva solo il Nord Ovest.

Da non perdere

Chi pensa di aver già conosciuto la potenza di Lucifero si sbaglia. È da domani, mercoledì 11 agosto, che l’anticiclone subtropicale africano mostrerà tutta la propria forza sull’Italia intera. I meteorologi affermano che è iniziata la settimana di maggior caldo dell’estate 2021, dalla quale si salva solo il Nord Ovest.

Il resto dell’Italia sarà attraversata da una ondata di calore con temperature anche tra i 47-48 gradi al Sud e sulle isole maggiori. Secondo il bollettino giornaliero sulle ondate di calore del ministero della Salute, domani sono 8 le città da bollino rosso e 13 quelle arancioni, ovvero i luoghi nei quali le ondate di caldo raggiungeranno livelli di allerta e pre-allerta per la salute umana. Le città con bollino rosso sono Bari, Campobasso, Rieti, Frosinone, Latina, Palermo, Perugia e Roma. Le città arancioni sono Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Catania, Firenze, Messina, Milano, Napoli, Reggio Calabria, Trieste, Verona e Viterbo.

La nuova ondata di calore che si abbatterà sull’Italia, la quarta nella stessa estate, è provocata dell’espansione di una massa d’aria molto sul Mediterraneo centrale. Le temperature massime previste, soprattutto per il Sud, potranno superare i 40 gradi e raggiungere anche i 45 in alcune zone. Nella seconda parte della settimana, si prevede un miglioramento della situazione sulle regioni meridionali, mentre il caldo investirà il Nord con massime superiori ai 35 gradi sulla pianura padana e afa anche durante la notte.

Il Ministero della Salute invita a non esporsi al caldo o al sole dalle 11 alle 18, a non frequentare zone particolarmente trafficate e a evitare l’attività fisica all’aperto nelle ore più calde. Bisogna bere molto, non alcol e bevande troppo fredde, fare attenzione alla conservazione dei farmaci, seguire un’alimentazione leggera, indossare indumenti chiari, leggeri, in fibre naturali, usare cappelli e occhiali da sole.

La situazione meteorologica, avverte la Protezione civile, potrebbe favorire il riacutizzarsi di una nuova emergenza incendi. A tal proposito si raccomanda la massima prudenza nei boschi e nelle aree coltivate, nelle quali le fiamme potrebbero propagarsi velocemente a causa delle elevate temperature.

Ultime notizie