domenica, 14 Aprile 2024
- Advertisement -spot_img

TAG

Casa Bianca

Afghanistan, Ayman Al-Zawahiri è morto. Biden: “Responsabile dell’11 settembre, giustizia fatta”

Ayman Al-Zawahiri, di origini egiziane, aveva 71 anni ed era alla guida di Al Qaeda dopo la morte di Osama Bin Laden. Era considerato uno dei 22 terroristi più ricercati dagli Stati Uniti nel mondo, con una taglia da 25 milioni di dollari sulla testa.

Guerra in Ucraina, Zelensky bacchetta Scholz: “Posizione più chiara sulla Russia”. Usa: “Non interferiamo su annessione all’Ue”

La Casa Bianca si è espressa sulla richiesta di adesione accelerata dell’Ucraina all’Ue: “Non spetta a noi decidere, non facciamo parte dell’Unione Europea”. Il Cremlino: “Le sanzioni contro la Federazione sono un boomerang contro l’Occidente. Siamo un Paese troppo grande”.

Guerra in Ucraina, Zelensky: “Noi perimetro difensivo del mondo non possiamo cedere nulla”

"La nostra posizione è quella di perimetro difensivo del mondo contro l'espansionismo russo. Per questo non possiamo cedere nulla". Ha parlato così Volodymyr Zelensky nel corso di un'intervista rilasciata all'emittente americana Newsmax TV. "Non siamo disposti a mollare nemmeno un pezzo di terra. Si tratta della nostra indipendenza e della nostra sovranità", ha aggiunto.

Guerra in Ucraina, Biden nega a Kiev l’invio di razzi a lunga gittata. Attacco ucraino a un villaggio russo: un morto e diversi feriti

Joe Biden ha negato a Kiev l'invio di razzi a lunga gittata, nel timore che possano essere utilizzati in territorio russo. Secondo lo Stato Maggiore ucraino, Mosca starebbe arruolando anche gli studenti dei territori occupati nella regione di Donetsk. Nel frattempo, almeno una persona avrebbe perso la vita in un attacco delle forze ucraine contro il villaggio russo di Tyotkino.

Guerra in Ucraina, colpita nave russa a Odessa. Proseguono attacchi all’Azovstal. Zelensky: “Ricostruiremo tutto”

L'Ucraina ha affermato di aver colpito una nave della marina russa vicino l'isola dei serpenti. La CNN sembrerebbe confermare la notizia. Proseguono incessanti anche gli attacchi all'acciaieria Azovstal di Mariupol. Zelensky: "Le truppe russe hanno distrutto 570 strutture sanitarie e 101 ospedali. È una cosa senza senso. Una barbarie".

Guerra in Ucraina, Kiev: “Salvati 500 civili. Nell’Azovstal intrappolati in 200”. Metsola: “Putin sbaglia. La nostra non è debolezza ma democrazia”

L’Onu fa il bilancio delle persone rapite dai russi. Per Kiev la priorità resta l’evacuazione dell’Azovstal. Dal fronte diplomatico, gli Usa si propongono come garanti di sicurezza per Svezia e Finlandia. Il premier ungherese sostiene che le sanzioni dell’Ue causano più danni all’Unione Europea che alla Russia. Metsola fissa l’obiettivo: slegarci dal petrolio e gas russo.

Guerra in Ucraina, intelligence di Kiev: effettuati 9 scambi 324 prigionieri restituiti. Putin si scusa con Naftali: “Olocausto è memoria storica”

La casa Bianca replica alle accuse del NYT: "Articolo irresponsabile". E la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen sulle sanzioni europee, tra cui la proposta dell'embargo sul petrolio russo, che "stanno severamente impoverendo l'economia russa e distruggendo il bottino di guerra di Putin. Ha iniziato questa guerra e deve pagare per questo".

Guerra in Ucraina, sindaco di Bucha: “Giustiziati dai russi 320 civili”. Missili contro un ospedale a Severodonetsk

"Sono 320 i civili trovati morti fino a questo momento". Ad affermarlo è il sindaco di Bucha, Anatoly Fedourok. Nella notte, intanto, i militari russi hanno preso d'assalto un ospedale di Severodonetsk e alcune case di Lysychansk, nella regione di Lugansk. La Casa Bianca è certa: "In Ucraina ci saranno altre carneficine".

Guerra in Ucraina, truppe russe lasciano Kiev. Mosca: “Rientra negli accordi”. Washington: “Non fatevi ingannare”

La città di Mariupol ha denunciato l'evacuazione forzata verso la Russia dell'intero reparto di maternità di un ospedale del posto. Per oggi sono stati concordati tre corridoi umanitari, tutti nel Sud del Paese. Anche a Kiev e Lysychansk si sono avvertite nuove esplosioni.

Nessuno può mettere Trump in un angolo: dopo il ban di Facebook e Twitter è l’ora di Truth

L'obiettivo è quello di fornire un megafono alla destra conservatrice e all'ex presidente. Sulla sua testa, però, pendono ancora le inchieste riguardanti l'assalto al Congresso e le presunte frodi della sua holding.

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img