giovedì, 18 Luglio 2024

Paura in Toscana, scosse di terremoto nella notte fino a magnitudo 4.8: persone in strada e scuole chiuse

Durante le prime ore del mattino è stata sospesa la linea ferroviaria tra Bologna e Firenze, causando forti ritardi e variazioni di percorso. Scuole chiuse in più comuni per la giornata di oggi, ma al momento non sembra essere stato riscontrato nessun danno grave agli edifici.

Da non perdere

Risveglio improvviso alle 4:38 del mattino per i cittadini della Toscana, dove si è registrata una prima scossa di terremoto di intensità 3.3, precisamente a sud ovest di Marradi, un comune collocato sulla parte romagnola dell’Appenino Tosco-Emiliano, ma incluso nella circoscrizione amministrativa di Firenze. La scossa più forte si è verificata poco dopo, alle 5:10, raggiungendo una magnitudo di 4.8, tale da essere sentita anche nella provincia di Firenze. Sono poi seguite alcune scosse di assestamento: alle 5:16 una scossa di magnitudo 2.8 in provincia di Forlì Cesena, a ovest di Tredonzio, e alle 5:17 una scossa di magnitudo 2 nuovamente a Marradi, dove si è attivato il Centro operativo comunale. Secondo quanto comunicato da Fabrizio Curcio, Capo del Dipartimento della Protezione Civile, nonostante lo spavento di numerose persone scese in strada, non si sono riscontrati danni significativi né feriti. La Sala di Protezione Civile della Città metropolitana di Firenze sta già provvedendo a monitorare la situazione, mentre il sindaco del capoluogo, Dario Nardella, ha raccomandato massima cautela nelle prossime ore.

In via precauzionale, per la giornata odierna, lunedì 18 settembre, si è predisposta la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado nei comuni di Marradi, Fiorenzuola e Borgo San Lorenzo. Mentre lo sciame sismico liberava la sua forza, la centrale 112 di richiesta informazioni ha ricevuto più di 300 chiamate, come scritto su Facebook dal Presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani. Il Presidente ha altresì specificato che la rete ferroviaria è stata interrotta sia sulla linea Pontassieve-Borgo S.Lorenzo sia sulla linea Firenze-Faenza, ma sul sito di Trenitalia si legge che quest’ultima è stata ripristinata. L’alta velocità è stata dirottata sulla vecchia linea direttissima passante per Prato, con ritardi del tempo di percorrenza fino a 60 minuti. I treni regionali invece potrebbero subire cancellazioni e limitazioni di percorso, coadiuvandosi con mezzi alternativi, come è stato fatto per la linea tra Borgo San Lorenzo e Firenze, coperta tramite bus. Per conoscere l’andamento del proprio treno e le soluzioni di viaggio è possibile fare riferimento ai siti e alle applicazioni mobili delle rispettive compagnie ferroviarie.

Ultime notizie