giovedì, 9 Febbraio 2023

Guerra in Ucraina, Zaporizhzhia sotto attacco: danneggiate abitazioni e infrastrutture. Soledar quasi rasa al suolo

Nuovo attacco contro Zaporizhzhia, danneggiate abitazioni e infrastrutture. Soledar, nel Donetsk, è agonizzante. "Quasi completamente distrutta ma continuano i combattimenti", dice Zelensky. Diffuse immagini satellitari della città il primo agosto 2022 e il 10 gennaio 2023. Mosca chiede una riunione del Consiglio di sicurezza sull'Ucraina il 17 gennaio. Iniziata per Kiev importazione energia elettrica dall'Ue.

Da non perdere

Una città quasi completamente distrutta quella di Soledar, nella regione di Donetsk, diventata preda delle forze armate russe, come si vede nelle immagini satellitari scattate e diffuse dalla statunitense Maxar. La prima immagine mostra Soledar prima del 1 agosto 2022; la seconda mostra ciò che resta della città dopo il 10 gennaio 2023, mostrando i palazzi distrutti e desolazione. La città mineraria di Soledar è “quasi completamente distrutta”, ma i combattimenti continuano e la linea del fronte orientale “tiene”, aveva d’altronde spiegato lo stesso presidente Volodymyr Zelensky nel suo discorso di ieri sera.

Zaporizhzhia sotto attacco: danneggiate abitazioni e infrastrutture

Le forze di Putin hanno attaccato ieri sera, 11 gennaio, la città di Zaporizhzhia, nell’Ucraina sud-orientale. L’ha reso noto il sindaco ad interim, Anatoly Kurtev. Sono state danneggiate infrastrutture e abitazioni. Martedì, 10 gennaio, il capo dell’Amministrazione militare regionale, Oleksandr Starukh, aveva detto che la regione di Zaporizhzhia è stata attaccata oltre 600 volte dall’inizio di quest’anno, un numero esorbitante.

Esplosioni a Kherson

Sono state udite esplosioni a Kherson sia questa mattina sia durante la notte appena trascorsa, i residenti della città non vivono tranquilli. Nel frattempo, il primo vicepresidente del Consiglio regionale, Yuriy Sobolevskyi, ha reso noto che ieri la città è stata bombardata un record di 90 volte. Sono state colpite abitazioni e strutture sanitarie.

Mosca chiede riunione del Consiglio di sicurezza sull’Ucraina

La Missione permanente della Russia presso le Nazioni Unite sta avviando una riunione del Consiglio di sicurezza sull’Ucraina il 17 gennaio. Il primo vice rappresentante permanente della Russia presso le Nazioni Unite, Dmitry Polyansky, ha detto che non ha intenzione di diffondere qualcosa riguardo alla riunione che si terrà il 17 gennaio, “lasciamo che i nostri avversari vivano nell’ignoranza per ora, anche se li abbiamo già abituati che cerchiamo di rispondere alla loro riunione “anti-russa” con la nostra su un argomento che è scomodo per loro”.

Kiev: “Importazione di energia elettrica dall’Ue è iniziata”

In piccole quantità, ma significative, l’Ucraina ha cominciato a importare energia elettrica dall’Ue dall’inizio del 2023. L’ha reso noto il Ministro dell’energia ucraino Herman Halushchenko. Quest’ultimo si augura che tali volumi di importazioni aumentino in futuro.

Ultime notizie