giovedì, 9 Febbraio 2023

Guerra in Ucraina, 25 nuove camere di tortura a Kharkiv. Oltre 80 attacchi e mina antiuomo a Kherson

Dopo l'annuncio del summit tra Kiev e UE, il portavoce dell'Europa ha smentito le dichiarazioni ucraine in merito alla sede dell'incontro. I russi hanno colpito la città di Kurakhovo nel Donetsk uccidendo un civile. In tutta l'Ucraina è risuonato l'allarme antiaereo per possibili attacchi missilistici. Nel Belgorod segnalate diverse esplosioni e un incendio dentro una struttura militare.

Da non perdere

Questa mattina l’ufficio del presidente Zelensky ha annunciato per il 3 febbraio un vertice a Kiev con l’UE per discutere del supporto finanziario e militare all’Ucraina, ma l’Unione Europea ha smentito le dichiarazioni sulla sede dell’incontro. Il portavoce europeo Barend Leyts ha riposto alle dichiarazioni di Kiev: “Non possiamo ancora confermare la location del vertice tra l’Ue e l’Ucraina, ma confermiamo data e ora dell’incontro”. Secondo quanto riferisce Leyts, al summit parteciperanno il presidente del Consiglio Ue Charles Michel e la presidente della Commissione Ursula von der Leyen.

Nuove camere di tortura a Kharkiv

Nella giornata di oggi le autorità di Karkhiv hanno denunciato la scoperta di altre 25 camere di tortura nella città. Già lo scorso 2 novembre, all’interno della cittadina erano state scoperte 23 stanze per torturare i soldati ucraini. L’annuncio del macabro ritrovamento è arrivato da parte del capo della polizia regionale, attraverso un post su Facebook in cui riferisce che in queste celle i russi avrebbero rinchiuso i civili in condizioni disumane.

Colpita città di Kurakhovo nel Donetsk

Dopo aver ucciso un’intera famiglia nel Donetsk lo scorso 27 dicembre, nella giornata di oggi 3 gennaio le Forze Armate russe hanno usato l’artiglieria pesante per colpire la città di Kurakhovo uccidendo un civile e ferendo altre due persone. A dichiararlo è stato il capo dell’amministrazione regionale Pavlo Kyrylenko che riferisce di come, in seguito all’attacco, sono stati danneggiati un condominio e un acquedotto.

Kherson bombardata 80 volte in 24 ore, mina antiuomo uccide due persone

Continuano gli attacchi delle truppe di Mosca nella regione di Kherson liberata che, dopo essere stata colpita dai razzi lo scorso 28 dicembre, è stata vittima di 80 bombardamenti, in un giorno solo, in cui sono morti di due civili. La notizia arriva dal capo dell’amministrazione regionale Yaroslav Yanushevich che ha dichiarato: “Gli occupanti russi hanno bombardato il territorio 80 volte. Il nemico ha attaccato gli insediamenti della regione con artiglieria, lanciarazzi, mortai e carri armati”. Secondo quanto afferma il governatore, in seguito all’attacco 9 persone sarebbero rimaste ferite. Stando a quanto riferisce il Kyiv Independent, altri due civili sarebbero rimasti uccisi dopo lo scoppio di una mina antiuomo; secondo il media ucraino, le vittime sarebbero passate sopra l’ordigno con la loro auto che è esplosa subito dopo.

Nuovo allarme aereo in Ucraina

Un nuovo allarme aereo ha preso a suonare in tutta l’Ucraina, nella giornata di oggi, per una possibile minaccia di missili balistici provenienti da Est. La notizia arriva da alcuni media di Kiev, che citano il portavoce dell’aeronautica militare: “Gli avvisi vengono diramati per vari motivi. Ciò include l’attività dell’aviazione russa, potrebbe esserci una minaccia dell’uso di bombardieri a lungo raggio Tu-22. Anche aerei strategici come il Tu-95 o la minaccia di Kalibr. Questa volta si tratta di un pericolo missilistico, la minaccia dell’uso di missili balistici, che possono arrivare nelle aree del Paese contrassegnate in rosso”.

Esplosioni registrate nel Belgorod

Questa mattina i residenti della cittadina russa di Novy Oskol, nella regione del Belgorod già colpita lo scorso 30 dicembre, hanno segnalato diverse esplosioni nella zona. La notizia è stata poi riportata anche dal canale Telegram My Belgorod, e riferisce di come sia stata danneggiata una struttura militare che avrebbe anche preso fuoco. Al momento il governatore regionale Vyacheslav Gladkov non ha rilasciato alcuna dichiarazioni in merito all’accaduto.

Ultime notizie