martedì, 28 Maggio 2024

Guerra in Ucraina, “assalto” a Kherson: 33 razzi russi nelle ultime 24 ore. Kiev teme attacchi massici a Capodanno

La città liberata di Kherson è ancora bersaglio russo: 33 razzi nelle ultime 24 ore, nel mirino obiettivi civili come il reparto maternità dell'ospedale andato distrutto. L'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani ha dichiarato che il numero dei civili ucraini uccisi da inizio è invasione è considerevolmente superiore ai 6884 noti finora.

Da non perdere

Non c’è pace per Kherson, colpita da 33 razzi russi nelle ultime 24 ore, nel mirino delle forze nemiche c’erano obiettivi civili. Tra gli attacchi, quello più devastante ha interessato il reparto maternità dell’ospedale della città ucraina. La BBC ha rilevato che centinaia di persone stanno lasciando la città strategica che poco più di un mese e mezzo fa era stata ripresa dalle forze ucraine.

Ci sono più morti del previsto

L’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani (OHCHR) ha dichiarato che il numero di civili ucraini rimasti uccisi dall’inizio dell’invasione russa è “considerevolmente superiore” ai 6884 noti finora. Il conteggio delle vittime civili, secondo l’Onu, indica che i morti accertati tra il 24 febbraio, inizio dell’invasione, e il 26 dicembre sono 6884, di cui 429 bambini. L’agenzia, però, sottolinea che è molto probabile che la cifra effettiva sia “considerevolmente più alta, poiché le informazioni da zone in cui ci sono state intense ostilità è ritardata e molti rapporti sono ancora in attesa di conferma”.

Botti a Capodanno, Kiev teme massicci attacchi

Il ministro ucraino dell’Energia, Herman Halushchenko, ha espresso la sua preoccupazione parlando in tv, come hanno riportato diversi media nazionali, spiegando che la situazione energetica rimane “davvero difficile” a causa del rischio permanente di bombardamenti. Ha anche avvertito che potrebbe esserci “il massimo danno al sistema energetico proprio durante la notte di Capodanno.

Ultime notizie