lunedì, 27 Maggio 2024

Guerra in Ucraina, colpiti obitorio e pediatria all’ospedale di Kherson. Delegazioni Usa e Russia a Istanbul. Putin: “Accordo è inevitabile”

Questa mattina un incendio scoppiato in un centro commerciale della periferia di Mosca ha ucciso una persona, la Tass riporta che il tutto sarebbe stato un incidente. Oggi è previsto a Istanbul un incontro tra delegati USA e russi. Ilya Yashin, oppositore russo accusato di diffondere informazioni false sull'esercito di Putin, è stato condannato a 8 anni e mezzo di reclusione.

Da non perdere

Dopo aver bombardato Kherson causando 5 morti, questa mattina 9 dicembre, le Forze Armate russe hanno successivamente colpito anche l’ospedale della città senza causare vittime. A riferirlo è stato il capo della regione Yaroslav Yanushevich, citato da Ukrainska Pravda: “I russi hanno sparato contro l’edificio dell’ospedale di Kherson. I proiettili hanno danneggiato il reparto pediatrico e l’obitorio, fortunatamente nessuno è rimasto ferito”.

Soldati del Cremlino attaccano regione di Kharkiv

Dopo il raid missilistico che ha colpito Kharkiv e ucciso una donna in coda per ricevere aiuti umanitari, lo scorso 7 dicembre, le truppe del Cremlino oggi hanno colpito nuovamente la regione bombardando case private ed edifici vicini. La notizia arriva dal capo dell’OVA Sinegubov, che ha riferito di come 2 donne di 41 e 64 anni sono rimaste ferite mentre un uomo di 40 anni è morto dopo essere stato colpito dalle schegge, nonostante tutti e 3 siano stati trasportati in ospedale.

Incendio dentro centro commerciale sarebbe un incidente

Questa mattina un incendio ha divorato una parte del centro commerciale Mega Khimki, che si trova nella periferia di Mosca, e ha ucciso una persona; da subito l’intelligence russa ha definito il tutto “un attacco deliberato, un incendio criminale“. Di tutt’altro avviso è l’agenzia di stampa Tass che riferisce di come l’accaduto sia stato un incidente, visto che il fuoco sarebbe nato a causa di “Una violazione delle regole per l’esecuzione di lavori di saldatura nell’annesso ipermercato Obi, che era in fase di ricostruzione”.

Delegazioni russe e americane a Istanbul

Secondo quanto annunciato dal viceministro degli esteri di Mosca Serghei Ryabkov, e riportato da Ria Novosti, quest’oggi è previsto a Istanbul un incontro tra i delegati della Russia e quelli degli USA, che discuteranno “Sulle questioni legate al lavoro delle ambasciate e a quelle che creano attriti nelle relazioni bilaterali. L’incontro si svolge tra i rappresentanti dei rispettivi ministeri degli Esteri”. È possibile che durante l’incontro odierno si affronteranno gli attacchi avvenuti contro le ambasciate ucraine dei giorni scorsi, e sulle trattative relative allo scambio di prigionieri.

Oppositore russo condannato a 8 anni

Nella giornata di oggi, un tribunale di Mosca ha dichiarato colpevole un oppositore russo accusato di aver diffuso informazioni false sul conflitto, e aver criticato l’operato militare del Cremlino in Ucraina. “Il tribunale ritiene Yashin colpevole” ha detto il presidente della corte. Per Ilya Yashin il PM russo aveva richiesto 9 anni di reclusione, ma nel verdetto il tribunale ha condannato l’uomo a 8 anni e mezzo.

Putin ritiene inevitabile un accordo sull’Ucraina

Secondo il presidente russo Vladimir Putin, trovare una soluzione alla situazione in Ucraina non sarà facile e arriverà attraverso un percorso lungo e difficile ma un accordo sarà inevitabile. “Tutti i partecipanti a questo processo dovranno accordarsi in base alle realtà che si stanno sviluppando sul campo” ha dichiarato Putin. Parlando sempre della guerra, il presiedente russo ha affermato che le operazioni sarebbero dovute iniziare molto prima, ma che si sperava “in una soluzione diplomatica, come parte del Protocollo di Minsk 2”.

Ultime notizie