venerdì, 19 Luglio 2024

Banda della cassaforte scatenata, a segno 3 furti in 24 ore: indagini a tutto campo

Una banda di professionisti dello scasso ha colpito 3 volte nelle ultime 24 ore mettendo a segno 2 colpi "consecutivi" in un’ora. Asportati dalle banche i portavalori di cassa che possono contenere fino a 10mila euro. Nell'ultimo furto messo a segno è stato neutralizzato l'allarme.

Da non perdere

Una banda di professionisti dello scasso ha colpito 3 volte nelle ultime 24 ore nel Senese, mettendo a segno addirittura 2 colpi “consecutivi” in un’ora. La banda ha agito rapinando banche, portandosi a casa i portavalori contenuti di cassa che possono contenere fino a 10mila euro. Le Autorità stanno cercando di identificare i membri della banda che ha operato praticamente in fotocopia per ben 3 volte in così poco tempo e, nell’ultimo furto, quest’ultima sarebbe riuscita addirittura a neutralizzare l’allarme.

La ricostruzione dei colpi

Il primo colpo è stato messo a segno a San Casciano dei Bagni intorno alle 3 della notte tra mercoledì e giovedì. Poi la banda ha compiuto due furti addirittura nel giro di poco più di un’ora entrando in azione ieri notte alle 2:45 nella filiale di Banca Tema a Po Bandino, due passi da Chiusi, e subito dopo a Sarteano. Nel mirino sempre una filiale dello stesso istituto bancario, di fronte al centro storico del paese, dalla quale sono spariti circa 7mila euro. I Carabinieri della compagnia di Montepulciano che stanno esaminando le telecamere per dare un volto alla banda di professionisti che non prendono di mira il bancomat, né la cassaforte, bensì i portavalori dell’operatore di cassa.

Nell’ultimo colpo messo a segno Sarteano, l’allarme non è suonato quando la banda è entrata in azione, gli operatori si sono quindi accorti della “visita” solo nella mattina di oggi al momento dell’apertura. I ladri sarebbero entrati da una porta d’emergenza, come avvenuto a San Casciano dei Bagni, forzandola senza fare rumore. Una volta dentro avrebbero fatto strisciare sul pavimento il pesante cassetto con i contanti utilizzati come fondo cassa del bancario allo sportello e l’hanno caricato su un mezzo di colore scuro che li attendeva. I Carabinieri stanno cercando di capire il perché del mancato funzionamento, oltre che a cercare di individuare il veicolo utilizzato. Probabilmente l’esperta banda ha a disposizione più mezzi per confondere le ricerche.

Ultime notizie