domenica, 25 Settembre 2022

Siracusa, intercettata barca a vela: 69 migranti trasferiti a Catania

La Guardia di Finanza ha intercettato, al largo di Siracusa, una barca a vela con 69 migranti a bordo. L'imbarcazione è stata posta sotto sequestro e rimorchiata nel porto di Augusta. I profughi, tra cui molte donne e bambini, sono stati trasferiti nel porto designato di Catania.

Da non perdere

Durante la notte del 7 settembre, la Guardia di Finanza ha intercettato una barca a vela che trasportava 69 migranti. L’imbarcazione, uno sloop bianco battente bandiera tedesca, è stata avvistata da parte di un assetto operante nell’ambito dell’operazione congiunta “Themis”. L’inchiesta è stata disposta dall’Agenzia Europea Frontex a contrasto dei flussi migratori diretti verso il territorio nazionale.

Il Gruppo Aeronavale di Messina, una volta affiancata l’imbarcazione, è salito a bordo scoprendo 69 migranti, di presunta nazionalità afghana, siriana ed irachena. Notevole l’incidenza di donne e bambini sulla barca. L’unità a vela è stata intercettata priva di moto a largo della acque antistanti Siracusa. Trasferiti a bordo del Pattugliatore Veloce 4 Avallone, i migranti sono stati successivamente trasportati al porto designato di Catania dove sono stati affidati al dispositivo prefettizio di accoglienza. La barca a vela è stata posta sotto sequestro e rimorchiata nel porto di Augusta da un’unità navale del Reparto Operativo Aeronavale di Palermo.

Ultime notizie