venerdì, 30 Settembre 2022

Tennis Us Open: Sinner agli ottavi, fuori Musetti. Oggi Berrettini vs Davidovich

Sono Jannik Sinner e Matteo Berrettini gli italiani presenti nella seconda settimana. Il romano, in campo alle 17 contro lo spagnolo Alejandro Davidovich Fokina, va in caccia del secondo quarto di finale in due slam disputati.

Da non perdere

Jannik Sinner entra a passo deciso nella seconda afosa settimana newyorkese degli Us Open sconfiggendo il giappo-statunitense Brandon Nakashima in 4 set col punteggio di 3-6, 6-4, 6-1, 6-2 e affronterà il giustiziere di Lorenzo Musetti, Ilya Ivashka. A discapito del punteggio, Sinner è venuto a capo di un match molto complicato. L’aggressività spregiudicata del giocatore Usa ha veramente messo in difficoltà Jannik che si è trovato ad un passo dall’andare sotto 2 set a zero. Una volta vinto il secondo ha fatto valere le cilindrate in più rispetto a Nakashima, che comunque dimostra di poter valere un palcoscenico del genere.

Berrettini contro Davidovich per i quarti

Saranno, quindi, lui e Matteo Berrettini gli italiani presenti nella seconda settimana. Il romano, in campo alle 17 contro lo spagnolo Alejandro Davidovich Fokina, va in caccia del secondo quarto di finale in due slam disputati. I favori del pronostico chiaramente sono a suo favore; Matteo ha dimostrato di avvicinarsi alla forma migliore con l’avanzamento del torneo stesso. Chiaramente Davidovich rappresenta un ostacolo ampiamente alla portata anche se il cemento gli si addice e ha già battuto un rientrante Berrettini a MonteCarlo nel 2021. Jannik affronterà invece l’ostico bielorusso Ivashka, dal potente servizio e fondamentali. Sulla carta Sinner avrebbe una cilindrata superiore ma parliamo di un vantaggio molto più risicato rispetto a quello di Berrettini.

Berrettini contro Davidovich per i quarti

Si conclude il comunque positivo torneo di Lorenzo Musetti. L’azzurro, sconfitto in quattro set da Ivashka, ha pagato il fatto di non avere la solita freschezza atletica e soprattutto mentale. Musetti nei giorni scorsi ha giocato 9 ore col caldo umido che si è registrato in questa prima settimana a New York sicuramente ha inciso. Il bielorusso sul cemento si esprime al meglio, tant’è che ha battuto al secondo turno la testa di serie n.8 Hubert Hurkacz in quattro set.
Perso il primo 6-4, il carrarino si fa più aggressivo e porta a casa il secondo con un break nell’ottavo gioco al termine di un punto in cui dopo aver manovrato lo scambio da fondo prende la rete e chiude con uno smash. A questo punto sembrava che Lorenzo ne abbia di più e che sia in grado di continuare su quell’onda. All’inizio del terzo, però, qualche errore di troppo e il parziale scappa via 6-2. Nel quarto va subito avanti di un break ma viene controbrekkato nel gioco successivo, cosa che avviene di nuovo a parti invertite tra sesto e settimo gioco prima dell’allungo finale del bielorusso sul 5-3 e il successivo 6-3. Musetti si è arreso quindi col punteggio finale di 6-4, 3-6, 6-2, 6-3.

Il torneo di Lorenzo resta comunque positivo. La vittoria su Goffin, che rimarrà negli annali e chi c’era non la dimenticherà facilmente, la rimonta da non sottovalutare sul giovane olandese Brouwer e l’obiettivo da n.27 del seeding raggiunto. Più che discreti gli Us Open per Lorenzo che ora tornerà in Italia ad allenarsi in vista della Davis.

Ultime notizie