martedì, 16 Agosto 2022

Alfonsine, ancora nessuna traccia della 16enne scomparsa. La prof: “Non puoi essere sola dacci notizie”

Secondo indiscrezioni, la ragazza negli ultimi tempi usciva con un gruppo di ragazzi più grandi di lei, di nazionalità rumena e queste frequentazioni preoccupavano la madre. Forse è proprio con loro che chattava la sera in cui è uscita di casa senza farvi più ritorno.

Da non perdere

Sono trascorsi 10 giorni dalla scomparsa della giovanissima Ilona Bogus da Alfonsine, in provincia di Ravenna, dove abita insieme alla madre. Ilona, di origini moldave, ha 16 anni, è alta 170 cm, ha occhi verdi e lunghi capelli castani. Di lei si sono perse le tracce lo scorso 21 luglio, quando uscita di casa non ne ha fatto più ritorno. Qualcuno l’ha avvistata verso le 22 in città, poi nulla. Da allora sono partite le ricerche delle Forze dell’Ordine, purtroppo ancora senza esito, e i genitori hanno lanciato tantissimi appelli.

Il messaggio della professoressa

L’ultimo, adesso, arriva dalla professoressa della 16enne, Lorena Lavezzo, che ha pubblicato un post su Facebook per il gruppo cittadino “Sei di Alfonsine se”: “Ciao Ilona, mi rivolgo a te o a chi è con te, perché non puoi essere da sola. Sono passati 10 giorni lunghissimi. Tutti aspettiamo tue notizie. Rivolgiti a chi vuoi, ma vorrei sapere come stai, se hai bisogno. Fidati di qualcuno.” Firmato “La tua prof” con l’immagine di un cuore.

Le indagini

Come detto, Ilona la sera del 21 luglio, ha sbattuto la porta di casa dopo un litigio con la mamma a causa del cellulare e dei suoi contatti in chat: da quel momento non ha più dato sue notizie. È uscita di casa senza cellulare, rimasto nelle mani della mamma, senza soldi e documenti. Quindi l’ipotesi che sia scappata per tornare nella sua terra d’origine, la Moldavia, è scartata perché non ha con sé la carta d’identità o altro valido documento di riconoscimento. Se è ancora in Italia, potrebbe essere ovunque. “Avvisate subito i carabinieri, non telefonate a noi. Chiunque creda di riconoscere Ilona, deve chiamare immediatamente le Forze dell’Ordine, al 112, che in pochi minuti possono essere sul posto” continuano a ripetere la mamma Ludmilla e il suo compagno. Secondo la madre il rebus della scomparsa della figlia potrebbe trovarsi proprio nel suo cellulare, causa di quella lite, che lei è riuscita a toglierle prima che Ilona uscisse di casa.

Ora lo hanno i Carabinieri, che dai dati e ultimi contatti in rubrica potrebbero tracciare una prima pista per risalire alla ragazza. Secondo indiscrezioni, la ragazza negli ultimi tempi usciva con un gruppo di ragazzi più grandi di lei, di nazionalità rumena e queste frequentazioni preoccupavano la madre. Forse è con loro che chattava quella sera e forse è con loro che si trova in questo momento. Anche la sua professoressa ipotizza, infatti, che dopo ben 10 giorni, Ilona “non puoi essere da sola”.

Ultime notizie