lunedì, 4 Luglio 2022

Roma, cadavere sulla riva del fiume Aniene: ipotesi suicidio

Il ritrovamento nei pressi di Via Valsolda a Roma. L'area era battuta dalle Forze dell'ordine a seguito della segnalazione di un giovane che era stato visto gettarsi nel fiume.

Da non perdere

Ritrovato nella mattinata di oggi il cadavere di un individuo di sesso maschile in un’insenatura del fiume Aniene, nei pressi di via Valsolda a Roma. Si ipotizza che il corpo, rinvenuto fra la vegetazione, possa appartenere al 30enne che era stato visto gettarsi dal ponte Tazio lo scorso 10 giugno. Il Nucleo speleo-alpino-fluviale (Saf), insieme ai sommozzatori Sierra 1 e alla squadra 6A di Nomentano, stavano perlustrando l’area circostante al fiume Aniene alla ricerca del giovane. Al momento del ritrovamento non c’era già più nulla da fare. I sommozzatori dei vigili del fuoco hanno allertato il 112 e sul posto sono intervenuti i Carabinieri della stazione Roma viale Libia.

Da un primo esame sul corpo non sembrano esserci segni di violenza e l’ipotesi più accreditata è al momento quella del suicidio. La salma è stata trasferita in obitorio in attesa di autopsia, mentre si indaga per ricostruire la dinamica dell’accaduto. Al momento il corpo non è ancora stato identificato.

Ultime notizie