lunedì, 4 Luglio 2022

Spiano le persone attraverso le telecamere: smantellate due organizzazioni criminali

Due organizzazioni criminali, operanti in tutta Italia, spiavano le persone attraverso le telecamere di sorveglianza per poi vendere le immagini. La Polizia Postale di Milano ha fermato l'attività inserendo 11 persone nel registro degli indagati.

Da non perdere

La Polizia Postale di Milano in collaborazione con quella di Roma, e coordinate dalla Procura della Repubblica meneghina, ha messo fine a una serie di intrusioni all’interno dei sistemi di sorveglianza di negozi d’abbigliamento, piscine, palestre e abitazioni che avvenivano ad opera di due organizzazioni criminali. L’operazione di Polizia ha interessato 10 città sparse per tutto il territorio italiano tra Ragusa, Milano e Treviso, con altrettante perquisizioni, che ha portato a iscrivere nel registro degli indagati 11 persone. Le due organizzazioni intercettavano le immagini delle videocamere di sicurezza delle case, dei camerini nei negozi di abbigliamento e negli spogliatoi delle piscine o palestre per spiare le persone presenti al loro interno per poi “vendere” le immagini attraverso due gruppi, su Telegram e VKontakte.

Nel gruppo “Premium” era possibile visionare le immagini condivise dagli amministratori, mentre nel secondo gruppo “VIP” si accedeva a determinate impianti di sorveglianza, scelti dagli acquirenti, attraverso l’utilizzo di specifiche credenziali vendute alla cifra di 20 euro. A seguito delle indagini si è scoperto che i proventi di queste incursioni erano destinati all’acquisto di tecnologia più sofisticata per continuare l’attività, oltre a transazioni per oltre 50mila euro in criptovalute.

Ultime notizie