sabato, 2 Luglio 2022

Tennis, a Stoccarda ritorno in campo con vittoria per Matteo Berrettini

Dopo un lungo infortunio alla mano, Matteo Berrettini torna in campo sull'erba dell'ATP250 di Stoccarda vincendo contro il moldavo Albot. Ai quarti ora il possibile derby azzurro contro Lorenzo Sonego.

Da non perdere

Dopo il lungo stop per l’infortunio alla mano che lo ha costretto ad intervenire chirurgicamente, torna in campo dopo due mesi dalla sua ultima apparizione il numero uno del tennis italiano, Matteo Berrettini. E lo fa sulla sua superficie preferita, l’erba, nell’Atp 250 di Stoccarda affrontando al secondo turno il qualificato n.121 del ranking, il moldavo Radu Albot. Il tennista azzurro dopo un primo set vinto senza fatica, subisce un fisiologico calo fisico dopo molta inattività e non riesce a chiudere la partita lasciando il secondo set ad Albon. Nel decisivo set Matteo ritorna a martellare come prima, riuscendo a chiudere con il risultato finale di 6-2, 4-6, 6-3.

IL MATCH

Inizia benissimo il tennista romano soprattutto col servizio e, complice un Albot molto falloso, si porta avanti 3-0. Il moldavo comincia ad entrare in partita mettendo in campo molte più palline e riuscendo a tenere il servizio fino al 5-2 per l’italiano. Nell’8° gioco Berrettini risponde benissimo rendendosi devastante col dritto e, sopra 15-40, sfrutta subito la prima palla set per portare a casa il parziale per 6-2. In questo primo set, l’azzurro sembra ritornato in campo in ottima forma, sfruttando la superficie a lui più congeniale e non lasciando possibilità di manovra al suo avversario.

Il secondo set comincia con Albot che tiene molto meglio il servizio, così che la partita si mantiene abbastanza equilibrata fino al 3-3. Inaspettatamente, il tennista moldavo riesce a guadagnarsi il break nei confronti dell’italiano che ha visto in questo game, la sua percentuale di prime abbassarsi notevolmente. Albot va a segno con un bel lungolinea salendo così 5-3. Nel turno successivo di battuta il n.121 del mondo riesce a infilare due ace consecutivi vincendo il game a zero ma soprattutto guadagnandosi il set col punteggio di 6-4. Tutto da rifare per Berrettini che deve giocarsi la chance per andare avanti nel torneo al 3° set.

Non comincia benissimo il terzo parziale di gioco con l’azzurro che si porta avanti 2-1 non senza prima aver dovuto annullare una palla break al suo avversario. In questo momento il tennista romano si salva grazie al suo solito potente servizio. Ma è nel 4° game che l’azzurro sembra sbloccarsi definitivamente tenendo bene di rovescio per poi sfondare di dritto e procurarsi due palle break. Al primo tentativo Matteo ottiene il game nei confronti di Albot, che confermerà nel successivo turno grazie al suo schema preferito: servizio e dritto. Il n.1 d’Italia conduce ora per 4-1, in pieno controllo. Dopo un game in cui Albon riesce a tenere il turno di battuta senza problemi, Berrettini continua a martellare firmando gli ace numero 19 e 20 e, grazie al 21°, si porta sul 5-2. La partita è nelle mani dell’azzurro che, dopo un altro game interlocutorio, sfrutta di nuovo il suo servizio veramente ingiocabile e vola ai quarti di finale di Stoccarda con il risultato finale di 6-2, 4-6, 6-3. Ora se la vedrà con il vincente fra l’italiano Sonego e il tedesco Struff. Possibile derby in vista, dunque.
A fine partita sono arrivate le dichiarazioni di Berrettini: “Mi piace giocare sull’erba… Sono nuovamente in salute e sono felice di essere rientrato”.

Ultime notizie