mercoledì, 29 Giugno 2022

Guerra in Ucraina, Kiev: “La Russia sta cancellando Severodonetsk”. Mosca: “Condizioni di Zelensky inaccettabili”

"Mosca è disposta a discutere di uno scambio di prigionieri solo dopo che i combattenti ucraini che si sono arresi nell'acciaieria Azovstal di Mariupol saranno stati processati". Ad affermarlo è il viceministro degli Esteri russo, Andrey Rudenko, citato dall'agenzia Interfax. "Di fatto, con tutto il nostro progresso e il nostro benessere, siamo diventati una società della stanchezza", ha detto il Papa durante l'udienza generale.

Da non perdere

“Mosca è disposta a discutere di uno scambio di prigionieri solo dopo che i combattenti ucraini che si sono arresi nell’acciaieria Azovstal di Mariupol saranno stati processati”. Ad affermarlo è il viceministro degli Esteri russo, Andrey Rudenko, citato dall’agenzia Interfax. “La dichiarazione di Zelensky sulla disponibilità a trattare solo dopo un ritiro delle truppe russe non può essere definita costruttiva. Non possiamo accettare le sue condizioni”, ha aggiunto.

Kiev: “Mosca sta letteralmente cancellando Severodonetsk”

“L’esercito russo ha deciso di distruggere completamente Severodonetsk. La stanno letteralmente cancellando dalla faccia della Terra”. Lo ha detto il capo dell’amministrazione militare regionale di Lugansk, Sergey Gaidai. “La città è sotto l’intenso fuoco di Mosca, che mira a consolidare il controllo sulla provincia e avanzare ulteriormente verso est. La situazione è molto complessa e, sfortunatamente, sta peggiorando”.

Papa Francesco: “Siamo la società della stanchezza”

“Di fatto, con tutto il nostro progresso e il nostro benessere, siamo diventati una società della stanchezza”, ha detto invece il Papa durante l’udienza generale. “Dovevamo produrre benessere diffuso. Invece tolleriamo un mercato scientificamente selettivo della salute. Dovevamo porre un limite invalicabile alla pace, ma vediamo susseguirsi guerre sempre più spietate. La scienza progredisce, naturalmente, ed è un bene. Ma la sapienza della vita è tutt’altra cosa. E sembra in stallo”.

Ultime notizie