domenica, 29 Maggio 2022

Covid, finisce lo stato di emergenza: da domani nulla sarà più come prima

Da domani stop allo stato di emergenza per contrastare la pandemia. Si ritorna lentamente alla normalità, che però non sarà più quella che conoscevamo. Cambiano alcune regole per il green pass e le mascherine.

Da non perdere

Dopo due anni, oggi 31 marzo, finisce lo stato di emergenza proclamato dal Governo per contrastare la pandemia da Covid-19. Da domani entreranno in vigore le nuove regole e finirà l’era dei colori delle regioni, l’Italia tornerà ad essere tutta bianca anche se, è bene dirlo chiaramente, la vita di tutti non sarà più come era prima che il virus sars-cov2 stravolgesse l’esistenza di tutti noi. Ecco, dunque, cosa cambia.

Green Pass

Non sarà più necessario per entrare negli uffici pubblici, nei negozi, banche, parrucchieri. Stop anche nei musei, nei centri termali e culturali, nei luoghi di ristorazione all’aperto. Per la ristorazione al chiuso, al banco o al tavolo servirà ancora quello base. La certificazione base per accedere ai luoghi di lavoro resta ancora fino al 30 aprile. Servirà ancora il green pass rafforzato, sempre fino al 30 aprile, per centri benessere, sale gioco, discoteche, congressi, concorsi pubblici ed eventi sportivi al chiuso.

Mascherine

Fino al 30 aprile resta obbligatorio indossare le misure di protezione al chiuso; sui luoghi di lavoro basterà la mascherina chirurgica. L’obbligo di indossare le Ffp2 resta per i mezzi di trasporto, funivie chiuse, cinema, teatri competizioni sportive.

Obbligo vaccinale

Resta obbligatorio fino al 31 dicembre solo per le professioni sanitarie e gli operatori degli ospedali e delle Rsa. Per il personale scolastico ed educativo, l’obbligo resta fino al 15 giugno, ma c’è una novità: gli insegnati no vax non saranno più sospesi dal servizio, ma adibiti ad attività di supporto. Anche per i lavoratori over50 resta l’obbligo vaccinale fino al 15 giugno, ma con un allentamento, dal 25 marzo infatti possono presentarsi al lavoro anche solo con il green pass base.

Quarantene e isolamento

Dal 1° aprile dovrà rispettare l’isolamento solo chi ha contratto il virus. Per chi ha avuto contatti stretti dovrà applicare il regime di autosorveglianza: mascherina Ffp2 per 10 giorni dall’ultimo contatto, test alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dall’ultimo contatto.

Smart working

Il lavoro agile potrà essere applicato fino la 30 giugno senza stipulare accordi privati con il lavoratore.

Scuola

Andranno in Dad solo i positivi, se i contagi in classe sono più di 4, si farà comunque lezione in presenza ma tutti dovranno indossare la mascherina Ffp2 per 10 giorni. Fino alla fine delle lezioni resta obbligatoria la mascherina chirurgica e il distanziamento. I ragazzi potranno tornare in gita.

Ultime notizie