domenica, 29 Maggio 2022

Repubblica Cantrafricana, liberati 4 membri della missione Minusca: tra loro anche un italiano

Erano stati arrestati il 21 febbraio all'aeroporto di Bangui, mentre facevano da scorta al generale Stephane Marchenoir, capo di Minusca. La liberazione dei quattro legionari è stata annunciata tramite twitter da Mankeur Ndiaye, rappresentante speciale del Segretario generale dell'Onu in Centrafrica.

Da non perdere

Un italiano, un francese, un romeno e un bulgaro. Sono quattro i membri della Legione straniera francese, impiegati per la Missione delle Nazioni Unite in Centrafrica (Minusca), rilasciati oggi dalla Repubblica Centrafricana. Erano stati arrestati il 21 febbraio all’aeroporto di Bangui, mentre facevano da scorta al generale Stephane Marchenoir, capo di Minusca, che era diretto a prendere un volo per l’Europa. Arrestati perché incolpati di aver in qualche modo progettato un attentato alla vita del presidente centrafricano Faustin-Archange Touadéra. Accuse immediatamente rigettate con durezza direttamente dall’Onu e dalla Francia. “Si tratta di strumentalizzazione dell’arresto sui social network. Rigettiamo in modo categorico le accuse di minare la sicurezza dello Stato“, questo il comunicato rilasciato dai vertici della missione di pace.

La liberazione dei quattro legionari è stata annunciata tramite twitter da Mankeur Ndiaye, rappresentante speciale del Segretario generale dell’Onu in Centrafrica. Anche l’ambasciata francese a Bangui ne ha dato conferma sul social network, ma non si hanno ulteriori dettagli in merito. Secondo i media francesi, l’arresto arrivava, non di certo per una coincidenza, proprio in un momento di forti tensioni tra la Francia e la Repubblica Centrafricana. Parigi ha infatti accusato quest’ultima di appoggiare una campagna antifrancese voluta direttamente dalla Russia.

Ultime notizie