lunedì, 20 Maggio 2024

Piotta, ecco il pezzo urban rap dall’ultimo album: oggi esce “Professore”

Sarà in radio dal 19 aprile “Professore” (LaGrande Onda/Altafonte) il secondo estratto dall'album di Piotta "'Na Notte Infame" prodotto, come tutto il disco, dallo stesso Tommaso Zanello e dal pianista e compositore Francesco Santalucia.

Da non perdere

Stavolta i ritmi si fanno più veloci, con lo scopo di riuscire a ballare sul dolore, esorcizzandolo. In un mix tra urban e popular music, tra rap e world, tra percussivo e melodico, Professore racconta quella che è la città oggi, in particolar modo in quello specifico quadrante est di Roma (Tor Pignattara, Labicano, Mandrione, Pigneto, Quadraro, Villa Gordiani) che da tempo rappresenta uno dei volti più interessanti e dinamici dell’Urbe, se è vero che già Pasolini in “Ragazzi di vita” scriveva: “Alla Marranella, lì all’incrocio dell’Acqua Bullicante e la Casilina c’era più via vai di macchine e di gente che in via Veneto”.
Professore era il nome con cui Fabio Zanello, fratello maggiore di Piotta e apprezzato saggista e poeta prematuramente scomparso, era stato soprannominato già ai tempi di Villa Ada (come si racconta nel romanzo da poco pubblicato “Corso Trieste”) e da lì fino a quella Roma Est in cui aveva scelto di trasferirsi, tra la Prenestina e la Casilina, insegnando italiano ai tanti giunti fin qui da ogni parte del mondo, tra i suoi studi di filosofia su Rene Guenon, fino al realismo poetico del già citato Pasolini: “…oltre le Casiline del mondo, sparì e riapparve la testa del destino, con la dolcezza ora della madre meridionale, ora del padre alcolizzato, sempre la stessa testolina arruffata e polverosa, o già composta nella vanità di una giovinezza popolare: e io, ero coi sensi ad ascoltare la voce di un altro amore, la vita nei secoli, che si alzava purissima nel cielo. (P. P. Pasolini, da Una disperata vitalità, nella raccolta Poesia in forma di rosa, 1964)
Il video di Professore prodotto da Bad Boss Productions e diretto da Daniele Tofani (F. Gabbani, Maneskin, Negramano, Planet Funk, Vibrazioni, etc.) racconta per immagini proprio questo spaccato, in tutta la sua composita e variopinta umanità, grazie alla presenza di alcuni abitanti del luogo e la partecipazioni di giovani attori come Anthony De Castro, Omar Elliot, Gloria Lutumba, Momenul Islam, Stefania Visconti, Federica Zhou e Martina Zhou.
Le strade della Capitale si fondono infine con i vicoli di Napoli, in una versione alternativa del brano presente nella release digitale, arricchita del featuring dell’amico e collega Ciccio Merolla (Kokoro, la hit Malatia, etc) tra le sue percussioni e il ritornello cantato assieme, tra ritmi latin e funk neapolitan.
Proseguono infine le date de “‘Na Notte Infame tour”, in attesa del lungo tour estivo:
18 aprile – Milano – Circolo Magnolia
19 aprile – Livorno – The Cage Theatre
27 aprile – Porto Sant’Elpidio – Aspettando il Primo Maggio

Ultime notizie