giovedì, 2 Dicembre 2021

Quella satira del 2021 dal puzzo di Paleolitico: anche questa è violenza sulle donne

Alla vigilia della giornata mondiale contro la violenza sulle donne assistiamo a una vignetta abominevole del Fatto Quotidiano, diretto da Marco Travaglio.

Da non perdere

Oggi si celebra la giornata mondiale contro la violenza sulle donne e ieri alla vigilia di questa data-simbolo “il Fatto Quotidiano” ha pubblicato in prima pagina una vignetta abominevole.

Non siamo vignettisti, ma umili scribacchini. Ci domandiamo, però, come un giornale in edicola da anni ospiti un simile sfregio alla donna – qualunque sia la protagonista in questione. Siamo umili scribacchini, dicevamo, ma è pure vero che conosciamo quanto meno i rudimenti della grammatica italiana. “Vuoi fare centro, passerotto?” sarebbe stato corretto. Intendiamoci: nella scorrettezza totale della vignetta. Inoltre, ci chiediamo: l’Ordine dei Giornalisti è al corrente della prima pagina di ieri del quotidiano diretto da Marco Travaglio? Chiaramente non pretendiamo risposte, tuttavia reclamiamo scuse. Scuse a tutte. Scusa a tutte quelle che si sono sentite violentate dalla vignetta di Mannelli. Il medesimo Mannelli non nuovo a episodi analoghi. Ricordiamo ad esempio quello su Maria Elena Boschi e “Lo stato delle co(s)ce”. Si finisce sempre lì: alla donna-oggetto. La donna-oggetto superata nel Trecento dal Boccaccio.

Oggi, 25 novembre 2021, sembra che le lancette della Storia abbiano compiuto un balzo all’indietro. Ma per guardare avanti, abbisogniamo – tutti – della visione mulìebre. E nel contempo ringraziamo la politica al femminile: Laura Boldrini, Teresa Bellanova, Elena Gentile, per averci fatto conoscere – ahinoi – l’ultima violenza in concorso: “il Fatto Quotidiano”, Mannelli e Travaglio.

Ultime notizie