sabato, 4 Dicembre 2021

Europa League, la Lazio si impone sulla Lokomotiv Mosca. La Roma dilaga sullo Zorya in Conference

Nel penultimo turno di Europa e Conference League, i biancocelesti superano 3 a 0 la Lokomotiv Mosca mentre la Roma segna quattro goal allo Zorya nel segno di Zaniolo e Abraham. Per entrambe le romane la qualificazione è ancora possibile.

Da non perdere

Nel penultimo turno dei gironi di Europa e Conference League, trionfano Lazio e Roma, impegnate in due partite fondamentali ai fini della classifica e del loro futuro nelle competizioni europee.

In Europa League, alle 18.45, i biancocelesti hanno battuto 3 a 0 la Lokomotiv Mosca alla RZD Arena, mantenendo il secondo posto nel girone E a quota 8 punti e tenendo vive le speranze di qualificazione diretta alla fase successiva della competizione senza passare dagli spareggi. Infatti gli uomini di Sarri avranno la possibilità di giocarsi il passaggio del turno nell’ultimo match proprio contro il Galatasaray primo in classifica e vittorioso per 4 a 2 sul Marsiglia. Dopo un primo tempo avaro di emozioni e di occasioni, il risultato si è sbloccato nella seconda frazione. Al 52′ minuto Zaccagni viene travolto in area da un intervento scomposto di Sylianov e l’arbitro, richiamato al Var, concede calcio di rigore alla Lazio: Immobile trasforma dal dischetto ed esulta rivolgendosi all’estremo difensore avversario che lo aveva provocato prima della battuta. Il raddoppio arriva al 63′ grazie ad un altro penalty, questa volta concesso per un duro fallo di Barinov su Immobile: il capitano biancoceleste si ripete con una conclusione che spiazza il portiere e bacia il palo prima di finire in rete. Pedro prima e Acerbi poi, lanciati a campo aperto a tu per tu con Khudyakov, falliscono l’occasione di incrementare il bottino di goal ma la terza rete si concretizza comunque all’87’ minuto: Pedro raccoglie una palla vagante e fa partire un sinistro che termina sul palo più lontano, dove il portiere avversario non può arrivare. Nel finale, la traversa colpita da Milinkovic- Savic suggella una partita perfetta e dominata dalla squadra di Sarri.

Gioisce anche la Roma in Conference League. Alle 21:00, i giallorossi, usciti dalla crisi dopo la vittoria a Marassi contro il Genoa, si impongono per 4 a 0 sullo Zorya all’Olimpico. Il successo, però, non permette ai capitolini di agguantare il primo posto del girone C a causa della vittoria del Bodo Glimt sul CSKA Sofia ma tiene accese le speranze di qualificazione alla fase successiva in vista dell’ultimo turno. Parte forte la squadra di Mourinho che trova il vantaggio al 15′ minuto: un cross di esterno di El Sharaawy pesca l’inserimento perfetto in area di Carles Perez, bravo a battere l’estremo difensore avversario. Poi sale in cattedra Zaniolo che, dopo essersi reso pericoloso in un paio di occasioni, trova il punto del raddoppio al 33′ minuto: l’ex Inter sfrutta un assist di Veretout, stoppa la palla e batte Matsapura con il destro. Sul finale della prima frazione, il direttore di gara concede un calcio di rigore ai giallorossi per un fallo in area su Carles Perez ma Veretout spreca dal dischetto: per il francese è il secondo errore consecutivo dopo quello in campionato contro la Juventus. Nella ripresa lo spartito non cambia perché è ancora la Roma a condurre la partita e ad avere in mano il pallino del gioco. Ci pensa Tammy Abraham a chiudere il discorso con una doppietta: al 46′ minuto arriva il terzo goal con l’attaccante inglese che deve solo spingere in rete un cioccolatino offertogli da Zaniolo dopo una giocata personale. Al 75′ minuto il giocatore ex Chealsea si inventa una rovesciata spettacolare che non lascia scampo al portiere avversario, porta il risultato sul definitivo 4 a 0 e regala ai giallorossi la meritata vittoria.

 

 

Ultime notizie