domenica, 24 Ottobre 2021

Covid e mutazioni, BioNTech: “Potrebbe servire nuovo vaccino”

Per quest'anno non sarà necessario un nuovo vaccino , ma con il passare del tempo c'è la possibilità che emergano mutazioni tali da sbaragliare le difese immunitarie create con i vaccini attuali.

Da non perdere

Tutte le varianti che si sono diffuse dall’inizio della pandemia, ci hanno insegnato una cosa: il virus muta. Proprio per questo, secondo Ugur Sahin, l’amministratore delegato di BioNTech, potrebbe rendersi necessario l’anno prossimo formulare un nuovo vaccino contro il Covid.  Per quest’anno un vaccino differente “non è necessario. Ma per la metà del prossimo anno la situazione potrebbe essere differente“, ha dichiarato Sahin, ma con il passare del tempo c’è la possibilità che emergano mutazioni tali da sbaragliare le difese immunitarie create con i vaccini attuali.

Per quest’anno quindi, siamo ancora a posto: le varianti in circolazione in questi mesi, come la Delta, sono sì più contagiose ma non abbastanza diverse da rendere inefficaci gli attuali vaccini. Sahin si è espresso anche sulla famigerata terza dose, che “è in grado di affrontare le varianti ma il virus si svilupperà con mutazioni in grado di sfuggire alla difesa immunitaria del vaccino richiedendo una versione aggiornate per rispondervi“.

Ultime notizie