domenica, 24 Ottobre 2021

Baghdad, proteste contro corruzione del governo: il 10 ottobre elezioni legislative anticipate

Per i dissidenti sono già considerate "elezioni farsa", utili solo a "legittimare la classe politica al potere". Per questa ragione c'è da aspettarsi il boicottaggio delle urne di tutti gli attivisti.

Da non perdere

Oggi per le strade di Baghdad circa mille persone hanno protestato contro “corruzione” e “malgoverno” della classe politica ora al potere. La manifestazione cade non a caso nella giornata odierna, ovvero nel secondo anniversario dello scoppio del movimento popolare anti-governativo, la cui repressione ha causato la morte di più di 600 persone in soli due anni.
Stando a ciò che è stato riferito dai media iracheni, al seguito del corteo di Baghdad c’erano moltissime forze di Polizia e sicurezza schierate in tenuta anti-sommossa. La manifestazione è arrivata fino a Piazza Tahrir, centro per antonomasia dal 2019 delle proteste anti-governative.

Tra soli 8 giorni, il 10 ottobre, il Paese sarà chiamato a elezioni legislative anticipate, che per i protestanti sono già considerate “elezioni farsa”, utili solo a “legittimare la classe politica al potere”. Per questa ragione c’è da aspettarsi il boicottaggio delle urne di tutti gli attivisti e dissidenti.

Ultime notizie