venerdì, 22 Ottobre 2021

USA, la FDA autorizza la terza dose di vaccino Pfizer: fragili, anziani e lavoratori

Oggi il CDC si riunisce per formulare una raccomandazione in merito all'utilizzo del vaccino Pfizer per la terza dose.

Da non perdere

La Food and Drug Administration (FDA) ha autorizzato mercoledì la terza dose di vaccino con il siero Pfizer-BioNTech per le persone di età pari o superiore a 65 anni e gli adulti a rischio di malattie gravi. Un tentativo per rafforzare la protezione degli americani più vulnerabili contro la variante Delta altamente trasmissibile del virus. I richiami dovrebbero essere dunque messi a disposizione non solo degli americani più anziani, ma anche delle persone tra i 18 e i 64 anno al alto rischio di malattie gravi dovute al coronavirus e a coloro “la cui frequente esposizione istituzionale o lavorativa” al virus li pone ad alto rischio di gravi complicazioni dalla malattia causata dal covid.

L’agenzia ha affermato che la dose extra del vaccino Pfizer-BioNTech dovrebbe essere somministrata sei mesi dopo il suo regime standard, cioè due inoculazioni. I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) e i suoi consulenti hanno tuttavia precisato che manca ancora una raccomandazione dettagliata dei pazienti che dovrebbero beneficiare della terza somministrazione. “Dopo aver considerato la totalità delle prove scientifiche disponibili e le deliberazioni del nostro comitato consultivo di esperti esterni indipendenti, la FDA ha modificato l’autorizzazione all’uso di emergenza del vaccino Pfizer-BioNTech per consentire una dose di richiamo in determinate popolazioni, come operatori sanitari, insegnanti e personale di assistenza diurna, lavoratori nei negozi di alimentari e quelli nei rifugi o nelle carceri per senzatetto”, ha detto la commissaria ad interim della FDA Janet Woodcock.

Il comitato consultivo del CDC sulle pratiche di immunizzazione si è riunito mercoledì per discutere i dati sulla sicurezza e l’efficacia di un richiamo con Pfizer-BioNTech e dovrebbe formulare una raccomandazione per il suo utilizzo proprio oggi. La decisione dipenderà in gran parte da quali gruppi, secondo i consiglieri, sono più a rischio di ammalarsi gravemente di covid. Negli Stati Uniti, alcuni americani sembrano aver ricevuto già una dose extra di vaccino presentandosi direttamente in farmacia, talvolta su consiglio dei loro medici, nonostante i pazienti non siano tenuti ad ottenere una prescrizione per la terza dose. Secondo il CDC, più di 2,3 milioni di persone hanno ricevuto una dose aggiuntiva da quando è stata autorizzata un’iniezione extra per le persone con un sistema immunitario fragile.

Ultime notizie