venerdì, 24 Settembre 2021

L’Europa ricorda l’11 settembre: una ferita aperta ma continua la lotta

L'Europa ricorda quello che è successo l'11 settembre di 20 anni fa, una ferita ancora aperta ma la lotta al terrorismo non è finita.

Da non perdere

A 20 anni dall’attacco alle Torri Gemelle, si stringono in un abbraccio solidale su Twitter alcuni esponenti del Consiglio europeo, per dar voce e ricordare quel tragico 11 settembre del 2001; una ferita aperta nel cuore di tutti, persino dei più piccoli.

I vari presidenti degli organi istituzionali d’Europa sul social ribadiscono che la lotta al terrorismo e all’estremismo in tutte le sue sfaccettature continua, la difesa della libertà e della compassione contro l’odio sono sempre in prima linea, per far sì, che quel tragico martedì di 20 anni fa, non si ripeta.

Il primo a ricordarlo è stato tramite un tweet il presidente del Consiglio europeo Charles Michel che ha scritto: “Gli orribili attacchi dell’11 settembre 20 anni fa hanno cambiato il corso della storia. Ricordiamo le vittime e il nobile sacrificio di tanti soccorritori e operatori umanitari“.

Anche la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen lascia il suo contributo: “L’11 settembre ricordiamo coloro che hanno perso la vita e onoriamo coloro che hanno rischiato tutto per aiutarli“.

In conclusione, a chiudere un quadro di speranza per il futuro, David Sassoli, il presidente del Parlamento europeo che scrive su Twitter: “Venti anni dopo, la lotta al terrorismo non è finita. Resteremo sempre vigili“.

Ultime notizie