sabato, 27 Novembre 2021

Milano, violenze e abusi sono in aumento: 30 casi al giorno

Tante le denunce o gli interventi effettuati: palpeggiamenti per strada o in metropolitana; mariti che aggrediscono le mogli; figli che picchiano gli anziani genitori; bimbi lasciati a casa soli.

Da non perdere

Il procuratore aggiunto di Milano, Letizia Mannella, segnala una pericolosa crescita del numero di violenze e abusi nel capoluogo lombardo. La coordinatrice del pool di pm che si occupa della materia rivela che sono una trentina al giorno, fra ‘codici rossi’, violenze sessuali, maltrattamenti, stalking e abbandono di minori, i casi che sono stati segnalati nell’ultima settimana dal dipartimento fasce deboli della Procura di Milano.

Secondo il magistrato, tale crescita dei casi è correlata a “una esplosione di malessere a causa delle depressione legata al Covid, a cui si aggiungono le difficoltà economiche, la perdita del posto di lavoro e anche la sospensione delle cure per le persone borderline o tossicodipendenti per via della chiusura di molti centri di recupero pubblici durante la pandemia e il sovraffollamento. In più incide sull’umore pure il caldo o lo sbalzo delle temperature”.
Tante le denunce o gli interventi effettuati: palpeggiamenti per strada o in metropolitana; mariti che aggrediscono le mogli; figli che picchiano gli anziani genitori; bimbi lasciati a casa soli.
Emblematico è il caso di un 74enne che ha preso di mira una donna più giovane di 20 anni: verso sera, in una piazza molto frequentata, la donna stava slegando la bici dal palo; quando si è chinata per aprire il lucchetto della catena, l’uomo l’ha raggiunta e le ha piazzato una vaschetta di gelato sotto la gonna. Veemente la reazione della signora che ha preso a schiaffi l’anziano il quale, l’indomani, ha cercato di raggiungerla per giustificarsi. Intimorita, la donna ha chiamato i Carabinieri e il 74enne è stato denunciato per molestie.

Ultime notizie