mercoledì, 27 Ottobre 2021

Mottarone, l’avvocato della famiglia di Eitan: “La giustizia non è una vendetta”

Migliorano le condizioni di Eitan e la difesa di Perocchio chiede l'incidente probatorio della scatola nera dell'impianto.

Da non perdere

Migliorano le condizioni di Eitan, unico sopravvissuto della tragedia del Mottarone del 23 maggio scorso, nella quale morirono 14 persone. Intanto, trapela la possibilità di analizzare la cosiddetta “scatola nera” della funivia.

Parlano i legali. Armando Simbari, quello del bambino di cinque anni sopravvissuto, dichiara: “Eitan migliora ed è con la sua famiglia. Ed è giusto che la sua famiglia si occupi di lui mentre noi ci occupiamo degli aspetti tecnici di questa vicenda. Abbiamo l’esigenza di accertare quanto prima e nel miglior modo possibile quanto è accaduto. È necessario scandagliare tutti i profili, dalla dinamica dell’incidente, alla gestione e manutenzione della funivia”.

Mentre il legale di Perocchio, Andrea Da Prato, ha chiesto alla Procura della Repubblica di Verbania che venga analizzata la “scatola nera”; così si potrebbero considerare le registrazioni della funivia e in particolare della cabina tre, quella franata e fatale per 14 persone.

Enrico Perocchio risulta indagato ed è il direttore dell’impianto.

Ultime notizie