martedì, 3 Agosto 2021

Estate di fuoco in Salento: continuano i gravi incendi tra gli ulivi

Non sembrano fermarsi gli incendi che stanno devastano il territorio del sud della Puglia. Intervenuti anche tre Canadair da Roma.

Da non perdere

Non sembrano fermarsi gli incendi che stanno devastano il territorio del sud della Puglia e che stanno mettendo a dura prova i Vigili del fuoco della zona.

Le zone più colpite nelle ultime ore sarebbero quelle di Santa Cesarea Terme, l’area di Tricase, la zona a nord del litorale leccese di Torre Chianca e il parco di Rauccio.

Chiesti i rinforzi: anche tre aerei Canadair, arrivati da Roma, sono stati impiegati per raggiungere le zone più impervie e per fermare il prima possibile l’avanzata delle fiamme. A causa del mare agitato inoltre, il rifornimento di acqua, è stato effettuato nei laghi Alimini, situati vicino la città di Otranto.

In fiamme anche il versante sud della costa jonica, nel tratto che da Torre Vado conduce a Pescoluse. Qui, in contrada Fani, il fuoco è arrivato nei pressi di alcuni lidi, mettendo in fuga i bagnati.

Secondo Coldiretti Puglia, oltre alla complicità del forte vento di tramontana, la causa sarebbe imputabile al contesto di abbandono della zona, colpito dal batterio della Xylella, che ha reso secchi e più facilmente incendiabili gli alberi di ulivo.

Quel territorio caratterizzato dal tipico colore rosso è ora nero, ed ettari di macchia mediterranea, vegetazione e alberi sono in cenere.

 

Potrebbe essere un'immagine raffigurante natura, cielo e albero

Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "SE AVVISTI UN INCENDIO CHIAMA IL 115 ይምምያምት Brindisi Taranto PREVISIONE PERICOLO INCENDI PERICOLO MOLTO BASSO PERICOLO BASSO PERICOLO MODERATO PERICOLO ALTO PERICOLO MOLTO ALTO PERICOLO ESTREMO Lecce FWI by ECMWF opernicus Sat by PORQONE CIVILE Bollettino a cura dell'osservatorio autonomo di Protezione Civile Salento"

Ultime notizie