giovedì, 28 Ottobre 2021

Catania, 17enne incinta costretta prostituirsi: in manette compagno, suocera e cognata

A Catania, una 17enne incinta, era costretta a prostituirsi. La suocera e la cognata accusate di avere "favorito, sfruttato e organizzato" la prostituzione.

Da non perdere

Una 17enne incinta costretta a prostituirsi per piccole somme di denaro e generi alimentari.

Un altro caso di prostituzione forzata, è quanto accaduto a Catania dove la vittima è una giovane che aveva lasciato la casa a cui era stata affidata dal Tribunale per i minorenni per andare a vivere con il compagno 21enne, da cui aspettava un figlio, e le future suocera e cognata, rispettivamente di 55 e 22 anni.

Grazie alle indagini svolte sono stati arrestati: il compagno, indagato per maltrattamenti fisici e verbali e di avere “beneficiato dei proventi che la ragazza riceveva dalla prostituzione”; la madre e la sorella, accusate di avere “favorito, sfruttato e organizzato” la prostituzione della giovane donna, “tenendo contatti e organizzando gli incontri con i ‘clienti'”. 

I ‘clienti’, di 54 e 65 anni, sono stati accusati di “avere compiuto, reiteratamente, atti sessuali con la minorenne in cambio di somme di denaro o generi alimentari, sfruttando quindi lo stato di estremo bisogno” della ragazza. Nei loro confronti, su richiesta della Procura di Catania specializzata in reati contro vittime vulnerabili, la Polizia ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip.

Ultime notizie