mercoledì, 24 Luglio 2024

Omicidio Willy Monteiro, caduto l’ergastolo per i fratelli Bianchi: ridotta la condanna a 24 anni

La sentenza della Corte d'Assise d'Appello di Roma ha condannato a 24 anni i fratelli Bianchi, facendo cadere l'ergastolo. Confermata invece la condanna a 23 anni di reclusione per Francesco Belleggia e a 21 anni per Mario Pincarelli.

Da non perdere

La sentenza della Corte d’Assise d’Appello di Roma ha condannato a 24 anni i fratelli Bianchi, facendo cadere l’ergastolo. Marco e Gabriele sono accusati dell’omicidio di Willy Monteiro Duarte, il 21enne di Paliano ucciso di botte il 6 settembre del 2020 a Colleferro. Confermata invece la condanna a 23 anni di reclusione per Francesco Belleggia e a 21 anni per Mario Pincarelli. I due sarebbero coinvolti nel pestaggio di Willy. L’accusa è quella di omicidio volontario in concorso. L’udienza si è tenuta oggi, 12 luglio, e nel primo pomeriggio è arrivato il verdetto dei giudici. Le motivazioni della sentenza saranno date a breve.

L’omicidio di Willy

Willy Monteiro Duarte aveva 21 anni, di origini capoverdiane, abitava a Paliano in provincia di Frosinone, dove lavorava come cuoco. La sera in cui è stato ucciso era in compagnia di coetanei in piazza Oberdan a Colleferro. Un gruppo di ragazzi ha iniziato improvvisamente una rissa contro un amico di Willy, e il giovane è intervenuto per difenderlo. Willy è stato colpito duramente con calci e pugni anche dopo essere caduto per terra. L’autopsia ha confermato che il decesso è legato alle violente percosse ricevute. Per capire l’impatto del pestaggio sul corpo di Willy, basta ricordare che nessun organo interno era rimasto intatto. Sul cuore c’era una lesione di 7 centimetri.

Ultime notizie