giovedì, 25 Luglio 2024

Pos anche in tabaccheria: torna la possibilità di acquistare sigarette e marche da bollo con il bancomat

L'esercente è obbligato a fornire il pagamento elettronico in alternativa ai contanti. In caso di negato uso del Pos, il tabaccaio potrà essere sanzionato con una multa fissa di 30 euro a cui verrà sommato 4% del valore della transazione.

Da non perdere

Dopo l’esenzione imposta dalle Dogane il 25 ottobre 2022, anche nelle tabaccherie verrà data la possibilità di pagare prodotti tramite Pos. I clienti potranno acquistare mediante carta di credito o bancomat sigarette, tabacco fuso, francobolli e marche da bollo per documenti. L’esercente è obbligato a fornire il pagamento elettronico in alternativa ai contanti. In caso di negato uso del Pos, il tabaccaio potrà essere sanzionato con una multa fissa di 30 euro a cui verrà sommato 4% del valore della transazione, si tratta di sanzioni introdotte da Mario Draghi il 30 giugno dello scorso anno e non modificate dalla Meloni.

Il motivo che ha spinto l’Agenzia delle Dogane a reintrodurre l’obbligo del Pos nelle tabaccherie è l’elevata dinamicità dei pagamenti elettronici. Infatti, secondo i monitoraggi sulle tecnologie sul servizio del Pos, i pagamenti digitali non comportano nessun onero aggiuntivo a seconda del numero delle transazioni. Inoltre, vi è anche la possibilità di rimborso sulle commissioni anche per i pagamenti inferiori a 10 euro.

Ultime notizie