giovedì, 18 Luglio 2024

Berlusconi in terapia intensiva, è grave possibile leucemia. L’ex premier telefona ai vertici di FI: “Il Paese ha bisogno di noi”

L'ex premier ha passato una notte in condizioni gravi, ma stabili. Secondo l'agenzia di stampa Reuters, ripresa dai media nazionali a fine marzo, i medici avrebbero diagnosticato una forma di leucemia al Cavaliere, proprio durante il suo ultimo ricovero di "routine" di 4 giorni nel nosocomio milanese.

Da non perdere

La notizia del ricovero in terapia intensiva di Silvio Berlusconi ha fatto il giro del mondo, passando per il “Washington Post”, il “Guardian” britannico ed arrivando fino ai lettori di “Le Figaro”. L’ex premier ha passato una notte in condizioni gravi, ma stabili. Secondo l’agenzia di stampa Reuters ripresa dai media nazionali, a fine marzo, i medici avrebbero diagnosticato una forma di leucemia al Cavaliere, proprio durante il suo ultimo ricovero di “routine” di 4 giorni nel nosocomio milanese. Stando alle ultime notizie sembrerebbe che durante quella degenza avrebbero sottoposto Berlusconi a una Pet, ovvero prelievo del midollo, per monitorare i gravi problemi cardiovascolari di cui soffre. Dopodiché sarebbe cominciate delle intense cure per stabilizzare la malattia. Non è chiaro se in questi giorni sia subentrata anche una polmonite, a seguito dell’indebolimento delle difese immunitarie dell’86enne. Di fatto, le condizioni di salute del leader hanno cominciato a peggiorare nel 2021, quando si è ammalato di Covid19 e il suo organismo si è indebolito. Anche per oggi non è previsto venga diramato alcun bollettino medico.

Berlusconi: “Il Paese ha bisogno di noi”

Il coordinatore nazionale di Forza Italia Antonio Tajani, nonché ministro degli Affari Esteri. ha riferito di aver sentito telefonicamente il Cavaliere proprio stamattina. Stessa cosa per il capogruppo alla Camera Paolo Barelli, il vice presidente del Senato Maurizio Gasparri e i vertici del partito, tutti hanno raccontato di aver sentito il loro leader vigile e deciso. “Il Paese ha bisogno di noi!“, così si è espresso Berlusconi durante queste ultime conversazioni. “Tutti gli hanno assicurato – si legge in una nota di Forza Italia – che non mancheranno di essere più attenti, ligi e presenti nel seguire le sue indicazioni, in attesa che si ristabilisca presto e torni a essere il combattente di sempre”.

Tantissima la preoccupazione tra i suoi parenti stretti, che dichiarano di essere fiduciosi in un miglioramento. Il fratello, Paolo Berlusconi, dopo essere stato al San Raffaele per fargli visita, ha dichiarato: “Silvio è una roccia, ce la farà anche questa volta“. Nel frattempo, i colleghi di Forza Italia, in preparazione di un evento politico, confidano in un ritorno del loro leader. Il ministro degli Affari Esteri e collega Antonio Tajani, si esprime sull’accaduto: “Berlusconi ha lavorato fino all’altro ieri sera. Speriamo che il leone torni presto alla guida del partito, lui non molla mai. È lui la guida del nostro partito, è lui il leader di Forza Italia”. Non mancano gli auguri di pronta guarigione, tramite social, di vari personaggi politici fra i quali Meloni, Salvini, Renzi e Sgarbi. Solo ieri sera in Senato, mentre era in corso il voto di fiducia per il Superbonus, tutte le forze politiche e istituzionali si sono unite in un accorato e scrosciante applauso per l’ex premier.

Ultime notizie