domenica, 26 Maggio 2024

Manovra, corsa all’approvazione riparte dal Senato

La Premier Giorgia Meloni punta sull'approvazione della manovra sulla legge di bilancio entro giovedì 29 dicembre. Pressing dei partiti sulle nuove misure. Dopo la convocazione di oggi l'Assemblea si riunirà domani 28 dicembre e giovedì 29 dicembre.

Da non perdere

La prima legge di bilancio targata Giorgia Meloni, approvata alla Camera alla Vigilia di Natale con 197 sì, 129 no e due astenuti, arriva oggi 27 dicembre al Senato. I tempi sono strettissimi; il testo blindato, ma la Premier conta che entro giovedì mattina il Senato approvi il via libero definitivo, così da evitare l’esercizio provvisorio. Ripartito il pressing tra i partiti sulle nuove misure incluse nella legge di bilancio da 35 miliardi. Si insite sulle pensioni minime da mille euro, ma le misure riguardano anche la flat tax per gli autonomi e lo stop alla legge Fornero con l’introduzione di Quota 103; il M5s ha già annunciato battaglia per quanto riguardano i cambiamenti sul reddito di cittadinanza.

Il caro energia e la conseguente crisi energetica, insieme alla congiuntura economica e al conflitto in Ucraina, restano fra i principali fattori di incertezza per lo scenario futuro. Parallelamente ai lavori sulla manovra si discute anche del decreto-legge anti-rave che deve essere approvato entro venerdì, già approvato in Senato il 13 dicembre. Il decreto contiene le misure sull’ergastolo ostativo, norme attuativa sulla riforma Cartabia e sugli obblighi vaccinali. Dopo la seduta di oggi, 27 dicembre, il timing della manovra prevede che l’Assemblea si riunisca il 28 dicembre alle 9:30 e il 29 dicembre alla stessa ora, “se necessario”; l’ipotesi è che entro il 29 dicembre la manovra possa essere già stata licenziata.

Ultime notizie