giovedì, 20 Giugno 2024

Guerra in Ucraina, Corea del Nord agli Usa: “Non forniamo armi a Mosca”. Zelensky: “Nel Donetsk 100 morti al giorno”

Il comitato fiscale del Parlamento dell'Ucraina sta sviluppando un pacchetto di misure a sostegno dell'industria. In particolare, si propone di consentire l'importazione di generatori elettrici per le proprie esigenze senza pagare l'IVA all'importazione. Lo ha annunciato il presidente del comitato, Hetmantsev.

Da non perdere

Il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, Jake Sullivan, ha confermato che i canali di comunicazione tra Washington e Mosca rimangono aperti nonostante la guerra in Ucraina. Sullivan ha affermato che è nell’interesse degli Stati Uniti mantenere i contatti con il Cremlino. Ma ha insistito sul fatto che i funzionari avessero le idee chiare su cosa fare. La Corea del Nord, intanto, ha respinto le accuse degli Stati Uniti secondo cui Pyongyang starebbe fornendo armi alla Russia per la guerra in Ucraina, affermando che sono prive di fondamento. “Chiariamo ancora una volta che non abbiamo mai avuto accordi con Mosca per la fornitura di armi e non abbiamo intenzione di farlo in futuro”, si legge in un comunicato diramato dal vicedirettore degli affari militari esteri del Ministero della Difesa nazionale della Corea del Nord. “Quanto sostengono gli USA è un tentativo ostile d’infangare l’immagine del nostro Paese a livello internazionale”.

Il parlamento ucraino prepara un piano di sostegno per l’industria

Il comitato fiscale del Parlamento dell’Ucraina sta sviluppando un pacchetto di misure a sostegno dell’industria. In particolare, si propone di consentire l’importazione di generatori elettrici per le proprie esigenze senza pagare l’IVA all’importazione. Lo ha annunciato il presidente del comitato, Danylo Hetmantsev, il quale ha osservato che il pacchetto di misure è in fase di elaborazione dopo due settimane di incontri con i rappresentanti delle imprese. Tra le misure a sostegno dell’industria viene considerata l’esenzione dall’IVA all’importazione delle apparecchiature fornite per le proprie necessità, senza diritto di rivendita. In particolare, si tratta di di generatori di energia il cui ruolo per il funzionamento delle imprese è notevolmente aumentato in condizioni d’interruzione di corrente in tutto il Paese. Inoltre, si propone di esentare le società dal pagamento della tassa ambientale e di alcune tasse locali da parte delle industrie chiave. 

Zelensky: “Colpiti 50 insediamenti in un giorno ma rispondiamo ovunque”

“Oggi gli occupanti hanno colpito più di 50 insediamenti nel nostro Paese. Il Donbas, Kherson, Zaporizhzhia, Mykolayiv, Kharkiv e Dnipropetrovsk. Noi, però, rispondiamo ovunque. Abbiamo i risultati necessari. Un altro aereo russo è stato abbattuto. Abbiamo anche ricevuto nuovi sistemi che rafforzano significativamente la nostra difesa aerea”. Così Zelensky in mattinata. “Anche se la nostra protezione aerea, ovviamente, non è al 100%, ci stiamo gradualmente arrivando. La regione di Donetsk rimane l’epicentro della più grande follia degli occupanti. Ne muoiono a centinaia ogni giorno”, conclude.

Ultime notizie