giovedì, 29 Settembre 2022

Filmata di nascosto nell’intimità, scopre dall’amica i video sui social: scatta la denuncia di revenge porn

La donna vittima di revenge porn ha subito sporto denuncia alle Forze dell'Ordine, un uomo è stato denunciato dalla Polizia Postale per averla filmava di nascosto senza il suo consenso e aver diffuso video sui gruppi social.

Da non perdere

La Polizia Postale e delle Comunicazioni ha rintracciato e denunciato a Gorizia un uomo ritenuto responsabile di revenge porn nei confronti di una giovane goriziana. Quest’ultima, senza saperlo e senza aver mai dato il suo consenso, veniva ripresa dall’uomo in alcuni momenti di intimità e in seguito il video veniva inviato su un gruppo WhatsApp, diffondendosi poi su diversi gruppi social.  La donna ha scoperto di essere vittima di revenge porn solo quando è stata avvisata da un’amica e ha immediatamente sporto denuncia.

La Polizia Postale ha ricostruito l’accaduto e, una volta individuato il presunto autore del reato, ha eseguito una perquisizione informatica dalla quale è emerso che il video in questione si trovava proprio sul suo cellulare. Gli agenti, data la diffusione del reato di revenge porn in Italia, hanno consigliato alle vittime di denunciare subito il fatto e a coloro che ricevono il materiale incriminato di non diffondere ulteriormente foto o video, evitando così di diventare complici di un reato.

Ultime notizie