martedì, 16 Agosto 2022

Varese, autocertificazione falsa per ottenere contributo Covid: sequestrati 16mila euro a un imprenditore

Nel Varesotto sono stati sequestrati 16mila euro di contributi a fondo perduto a un imprenditore locale che avrebbe presentato una certificazione falsa per intascare il sussidio del decreto Rilancio. Sono emerse delle anomalie tra il fatturato di aprile 2019 e quello di aprile 2020.

Da non perdere

Nella giornata di giovedì 4 agosto le Fiamme Gialle di Varese hanno sequestrato 16mila euro di contributi a fondo perduto del decreto “Rilancio” nei confronti di un imprenditore del Varesotto in Lombardia. Per intascare i fondi del decreto Rilancio, riservato alle aziende in difficoltà a causa della pandemia, l’imprenditore avrebbe presentato un’autocertificazione falsa.

Dai controlli effettuati dalla Guardia di Finanza di Gaggiolo, sono emerse delle anomalie nei requisiti necessari per ottenere il sussidio. Il fatturato di aprile 2019 dell’azienda dell’imprenditore risultava superiore a quello dell’intero anno. L’uomo è stato denunciato per falsità ideologica e indebita percezione di erogazioni pubbliche. 

Ultime notizie