lunedì, 15 Agosto 2022

Guerra in Ucraina, in partenza da Beirut la nave siriana carica di grano “rubato” dai russi. Domani incontro fra Erdogan e Putin

Il governo libanese ha autorizzato la nave siriana Laodicea, che secondo Kiev trasporta grano rubato da Mosca, a lasciare il porto di Tripoli. Secondo gli accordi di Istanbul, altre navi cariche di grano si preparano a partire dall'Ucraina. Domani si terrà un incontro fra Erdogan e Putin sull'energia. Per l'Onu "è immorale che le imprese di petrolio e gas ottengano guadagni alti dalla crisi".

Da non perdere

Le prossime navi cariche di grano sono pronte a lasciare i porti ucraini. Dopo che la prima imbarcazione, carica di 26,5 tonnellate di grano, è partita da Istanbul a seguito dell’ispezione da parte dai delegati di Ankara, Kiev, Mosca e Onu, si pensa a portare avanti l’accordo per le esportazioni alimentari dai porti di Kiev. “Se la Russia manterrà gli impegni assunti nell’ambito dell’iniziativa sui cereali mediata dalle Nazioni Unite, il grano raggiungerà i clienti stranieri e contribuirà a contenere i prezzi dei prodotti alimentari e a scongiurare la fame. L’Ucraina rimane impegnata a combattere l’insicurezza alimentare globale”, ha dichiarato il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba. Il ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, ha auspicato che il patto siglato il 22 luglio scorso per l’esportazione di cereali dall’Ucraina possa essere “sostenibile” e, addirittura, possa condurre a un “completo cessate il fuoco” nel conflitto tra Mosca e Kiev. 

Beirut fa partire la nave siriana carica di grano che Kiev ritiene rubato

Il governo libanese ha autorizzato la nave siriana Laodicea, proveniente dalla Russia, a lasciare il porto di Tripoli. Secondo l’Ucraina la nave è carica di grano rubato da Mosca dal suo territorio. L’imbarcazione proseguirà ora il suo viaggio verso la Siria, dopo una settimana di fermo in Libano. Secondo il ministro dei Trasporti libanese, Ali Hamie, la decisione è stata presa nel rispetto dei “principi giuridici libanesi” e della “sovranità terrestre, marittima e aerea” del Libano. La Laodicea era ancorata al porto di Tripoli da giovedì scorso e contiene 10mila tonnellate di farina, frumento e orzo.

Gas, domani incontro tra Erdogan e Putin

Dopo il raggiungimento di un accordo sul grano, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan intende indirizzare i propri sforzi di mediazione su altri ambiti, come quello energetico. Lo ha detto lo stesso Erdogan lo scorso lunedì dopo il Consiglio dei ministri. Domani il presidente turco incontrerà Vladimir Putin a Sochi. È il secondo incontro tra i due leader in appena 15 giorni. Intanto Gazprom dichiara che oggi aumenterà la fornitura di gas all’Europa. Il colosso energetico russo intende spedire attraverso l’Ucraina 41,9 milioni di metri cubi, contro i 41,6 milioni di metri cubi di ieri.

Guterres: “Immorali i guadagni eccessivi delle società petrolifere”

“È immorale che le imprese petrolifere e del gas ottengano guadagni record da questa crisi energetica che pesa sulle persone e le comunità più povere ed ha un costo enorme per il clima”, ha detto il segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres. “Chiedo a tutti i governi di tassare questi guadagni eccessivi e utilizzare questi fondi per aiutare i più vulnerabili in questi momenti difficili“, ha aggiunto a margine della conferenza sull’energia tenutasi la notte scorsa all’Onu.

Ultime notizie