martedì, 9 Agosto 2022

Covid, il booster di Moderna efficace per 12 mesi: via libera a somministrazione 12-17 anni

Moderna ha annunciato che il Comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell'Agenzia europea per i medicinali (EMA) ha dato il via libera per il richiamo di Spikevax per la fascia di età tra i 12 e i 17 anni.

Da non perdere

Il monitoraggio settimanale Covid, della Cabina di regia dell’Istituto Superiore di Sanità e del ministero della Salute, registra una diminuzione dei casi di positività ma una risalita dei ricoveri rispetto alla settimana scorsa. L‘incidenza a livello nazionale, nel periodo 29 giugno-12 luglio, scende a 1,23 rispetto all’1,34 della settimana precedente, rimanendo ancora sopra la soglia epidemica.

In calo anche l’indice di trasmissibilità Rt basato sui casi con ricovero: da 1,15 della settimana scorsa a 1 di questa settimana. Continuano a risalire invece i ricoveri, con un tasso di occupazione in aree mediche pari al 17,1% dal 15,8% e sale anche l‘occupazione in terapia intensiva sale a 4,1% rispetto al 3,9% precedente. Tre regioni sono classificate a rischio basso, 14 a rischio moderato e quattro a rischio alto.

Via libera per somministrare Moderna alla fascia dai 12 ai 17 anni

Via libera dell’Ema, agenzia europea del farmaco, al richiamo di vaccino anti-Covid Spikevax di Moderna per i 12-17enni. A darne notizia è l’ente regolatorio Ue informando che il Chmp, comitato per i medicinali a uso umano, ha raccomandato di estendere l’uso del vaccino Moderna come booster per gli adolescenti di questa fascia d’età. Inoltre, sempre la stabilità di Spikevax è stata dimostrata per 12 mesi quando viene conservato in determinate condizioni.

Ultime notizie