martedì, 9 Agosto 2022

Rinchiude lo zio disabile in una stanza e lo maltratta: arrestato 25enne

Arrestato un 25enne con l'accusa di aver maltrattato lo zio con problemi psichici: grazie alle immagini di una telecamera diventate virali, i Carabinieri hanno individuato il luogo dell'aggressione. L'anziano non poteva né bere né andare in bagno.

Da non perdere

Nel pomeriggio di martedì 12 luglio un giovane di 25 anni è stato arrestato con l’accusa di aver picchiato con un bastone lo zio con problemi psichici nella città di Mottola in provincia di Taranto. L’uomo sarebbe stato incastrato a causa di alcune immagini catturate da una telecamera a circuito interno che avrebbero mostrato l’aggressione verso l’anziano. Poiché il video è stato condiviso da molti sulla rete, i Carabinieri sono riusciti ad individuare il luogo del maltrattamento. I militari hanno rintracciato l’aggressore, già noto alle Forze dell’Ordine, e si sono recati nell’abitazione dove il nipote abitava con lo zio.

Durante i controlli del primo piano di una palazzina, è stata individuata una stanza chiusa dove si trovava l’anziano segregato senza poter andare in bagno e senza acqua. Sono stati sequestrati la telecamera wi-fi collegata al cellulare del 25enne usata per girare il video, e il bastone con cui veniva picchiato l’anziano. La vittima ha riportato una serie di lividi ed è stata trasportata all’ospedale di Castellaneta per degli accertamenti. Ora l’anziano disabile è stata affidato ai Servizi Sociali, mentre il nipote è stato portato nel carcere di Taranto con l’accusa di maltrattamento e sequestro di persona.

Ultime notizie