mercoledì, 29 Giugno 2022

Firenze, malore in cima alla cupola del Brunelleschi: due ore per riportarlo a terra morto turista 67enne

Le complesse manovre di soccorso, eseguite dai Vigili del Fuoco e degli operatori SAF, non sono bastate a salvare il 67enne.

Da non perdere

I 463 gradini percorsi per raggiungere la cima del Duomo di Santa Maria del Fiore, a Firenze, potrebbero essere stati fatali per un turista statunitense di 67 anni. Forse, complice del triste epilogo, anche il caldo afoso registrato negli ultimi giorni. Secondo quanto ricostruito, l’uomo avrebbe avuto un malore intorno alle 8:50, proprio al termine della faticosa salita. Immediato l’intervento dei soccorsi, allertati dal personale di servizio del Duomo, che sono stati impegnati diverse ore per riuscire a raggiungere il 67enne, data l’impossibilità di accedere alla Cupola per mezzo della scalinata. Sul posto sono intervenute due autoambulanze e un’automedica della Croce Rossa e della Misericordia di Firenze insieme alla Polizia Municipale, ma per soccorrere il turista si è reso necessario anche l’intervento dei Vigili del Fuoco e degli operatori Speleo Alpino Fluviali (SAF).

Questi ultimi si sono occupati della complessa discesa da 91 metri di altezza, fino alla terrazza del Duomo per proseguire la discesa con l’aiuto dell’autoscala da un’altezza di 32 metri. Le manovre di soccorso sono terminate alle 11, quando l’uomo è stato trasportato in ospedale dove, secondo quanto riferito dai sanitari, è giunto quando ormai non c’era nulla da fare. L’opera di Santa Maria del Fiore, in una nota, ha precisato che «sul sito dell’Opera da sempre è evidenziato che la salita alla Cupola del Brunelleschi e al Campanile di Giotto è fortemente sconsigliata a persone che hanno problemi fisici ed in particolare a quelli con problemi cardiocircolatori».

Ultime notizie