venerdì, 1 Luglio 2022

Guerra in Ucraina, bombe su Severodonetsk: 12 morti e 40 feriti. Minsk acquista missili russi: “Possono causare danni colossali”

L'esercito russo ha bombardato la città di Severodonetsk, ormai circondata dagli invasori, causando la morte di 12 persone e ferendone 40. Boris Johnson a Volodymyr Zelensky: "Ammirazione per i difensori di Mariupol. Mosca deve trattare con dignità i prigionieri di guerra". Il Segretario Generale della Nato: "Prepararci a un lungo conflitto".

Da non perdere

Ancora pesantissimi bombardamenti russi nel Lugansk, vasta regione dell’Ucraina orientale. Gli invasori hanno sferrato nuovi attacchi sulla città di Severodonetsk, ormai circondata dalle forze di Mosca, causando la morte di 12 persone e ferendone 40. “Colpi per la maggior parte mirati su edifici residenziali”, ha riferito su Telegram il governatore regionale Serhiy Gaidai.

Johnson: “Russia rispetti i prigionieri di guerra”

Oggi c’è stato un nuovo colloquio tra Boris Johnson e il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Il leader inglese ha ribadito la suo “scintillante ammirazione per i difensori di Mariupol”, consegnatisi alle forze russo dopo l’assedio dell’Azovstal. “Mosca deve trattare con dignità e rispetto i prigionieri di guerra“, ha aggiunto. Zelensky dal canto suo ha aggiornato il presidente UK “sui combattimenti in corso per recuperare territori” invasi dai russi e per “contrastare la disinformazione russa nelle aree contese“. Johnson ha spiegato che hanno stanziato ulteriori 1,3 miliardi di sterline per aiuti militari, incluso per la fornitura di “artiglieria a lungo raggio, missili terra-mare e droni“.

Stoltenberg: “Dobbiamo prepararci a lungo conflitto”

“Non crediamo che la Russia abbia rinunciato ai suoi obiettivi strategici. Quindi dobbiamo essere preparati per il lungo periodo, al fatto che questa guerra possa continuare a lungo. E ciò significa anche che gli alleati della Nato devono essere preparati a cercare di sostenere l’Ucraina per molto tempo. Penso che sia molto pericoloso speculare troppo. Le guerre sono sempre imprevedibili, ma dobbiamo essere preparati al fatto che ciò possa durare e quindi anche essere preparati per il lungo periodo quando si tratta di sostenere l’Ucraina”, così il Segretario Generale della Nato, Jens Stoltenberg, in conferenza stampa con la prima ministra danese Mette Frederiksen.

Bielorussia acquista missili russi S-400 e Iskander

La Bielorussia, più vicina che mai alla Russia, ha acquistato da Mosca “la quantità necessaria” di sistemi missilistici antiaerei S-400 e tattici Iskander. “Lo abbiamo concordato con Putin – ha detto il leader di Minsk – queste armi possono causare danni colossali“. Lo ha riferito il presidente bielorusso Alexander Lukashenko, citato dalla Belta, nel corso di una riunione con Gleb Nikitin, governatore della regione russa di Nizhny Novgorod.

Ultime notizie