mercoledì, 29 Giugno 2022

Cerca di soffocare la compagna e le tira un posacenere in faccia: 53enne in manette. Gravissima la donna

Avrebbe tentato di soffocare la sua partner mentre riposava nel letto e di scagliarle brutalmente un posacenere. La vittima è stata trasportata d'urgenza in condizioni critiche presso l'Ospedale Vannini; l'uomo, invece, è in carcere in attesa della convalida dell'arresto per tentato omicidio.

Da non perdere

Avrebbe tentato di strangolare la compagna prima di colpirla al volto con un posacenere. È successo ieri mattina, 17 maggio, a Roma, precisamente nel Quartiere Don Bosco. A quanto pare un 53enne del posto, in preda a un raptus di follia, avrebbe tentato di soffocare la sua partner mentre riposava nel letto e poi di scagliarle brutalmente un posacenere. Il tutto si sarebbe verificato all’interno dell’appartamento in cui vivevano i due, sito in via Calpurnio Pisone. A dare l’allarme la madre dell’uomo che, dopo aver fatto visita ai due e aver trovato il figlio con le mani sanguinolenti e la donna priva di sensi, ha avvertito i Carabinieri.

Sul posto immediato l’intervento del 112 assieme al personale sanitario del 118. La vittima è stata trasportata d’urgenza in condizioni critiche presso l’Ospedale Vannini e, a quanto pare, avrebbe riportato un importante trauma cranico, oltre a una ferita all’occhio, e potrebbe perdere la vista. L’uomo, tra l’altro non sconosciuto alle Forze dell’Ordine, è stato trasferito in carcere in attesa della convalida del fermo e dovrà rispondere di tentato omicidio. Sull’accaduto indagano i Carabinieri per ricostruirne l’esatta dinamica e risalire al movente.

Ultime notizie