mercoledì, 25 Maggio 2022

Australia, la pioggia non dà tregua: 21 morti e 60mila persone evacuate per le inondazioni

Le strade sono diventati fiumi. A Sydney migliaia di abitanti sono stati fatti evacuare. Trovati i corpi di una madre e di un figlio che avevano abbandonato la loro auto per sfuggire alla furia dell'acqua.

Da non perdere

Decine di migliaia di abitanti a Sydney sono stati invitati a lasciare le loro case a seguito delle piogge torrenziali e delle inondazioni che hanno colpito la più grande città dell’Australia. Secondo i servizi di emergenza sarebbero 60mila le persone che hanno ricevuto l’ordine di evacuazione, mentre il numero dei morti, provocati dalle inondazioni che da giorni stanno flagellando il sud dell’Australia, è salito a 21.

La città di Sydney è stata colpita da un diluvio senza precedenti: in 24 ore sono caduti 95,4 mm di pioggia. Le strade sono diventate fiumi, molte auto sono rimaste intrappolate nelle strade allagate, causando gravi disagi alla circolazione. Questa mattina sono stati rinvenuti i corpi di una madre e di un figlio che avevano abbandonato la loro vettura per sfuggire alla furia dell’acqua. La situazione sembra non migliorare; l’Agenzia meteorologica australiana, intanto, ha lanciato un’allerta per le prossime 48 ore che si annunciano “difficili”.

Ultime notizie