venerdì, 20 Maggio 2022

Australia, la peggiore inondazione degli ultimi decenni. Forti piogge fiumi straripati: 13 morti 200mila sfollati

Forti piogge si stanno abbattendo sull'Australia orientale. Inondate gli stati del Queensland e del Nuovo Galles del Sud. Preoccupazione per Sydney, la più popolosa delle città.

Da non perdere

Il sud dell’Australia, da giorni, è stretto nella morsa di forti piogge che hanno già causato almeno 13 morti. Le autorità australiano hanno affermato che la regione è investita dalla peggiore inondazione degli ultimi decenni. Migliaia di persone sono state costrette a lasciare le loro case; in queste ore circa 200mila residenti a e altri 300mila sono in procinto di farlo. Le abbondanti piogge stanno facendo alzare il livello dei fiumi, il letto del fiume Hawkesbury, che scorre a nord di Sydney, la più grande città del paese con 5 milioni di abitanti, sta straripando.

Le autorità hanno emesso un’allerta meteo per forti piogge alimentati da raffiche di vento, per una striscia di terra di 400 chilometri che si estende lungo la costa orientale dell’Australia. Da più di una settimana le piogge torrenziali hanno inondato alcune zone settentrionali del Nuovo Galles del Sud e la zona di Brisbane, nel Queensland. Il premier del Nuovo Galles del Sud, Dominic Perrottet, ha detto che da martedì le linee di emergenza dello stato hanno avuto più di 6mila richieste di aiuto. Intanto il Sindaco di Sydney sta invitando i cittadini a unirsi al “Mud Army“, all’esercito di fango, nome con cui erano stati soprannominati i volontari che avevano aiutato a ripulire Bisbane dopo le alluvioni del 2011.

 

Ultime notizie