mercoledì, 18 Maggio 2022

Covid, Meloni torna alla carica sul Green pass: “Punitivo e vessatorio va abolito”

La leader dell'opposizione tuona contro il provvedimento, in vigore da domani, circa l'obbligo del Super Green Pass per lavorare.

Da non perdere

La leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni si scaglia ancora sul Green pass. Lo aveva già definito discriminatorio mettendo in discussione la strategia del Governo sul potenziamento del passaporto vaccinale, ma adesso rincara la dose e attacca: “Un provvedimento senza alcun senso scientifico, punitivo e vessatorio, figlio della deriva ideologica di un Esecutivo che sta in piedi solo grazie al morboso senso di attaccamento alla poltrona di molti di quelli che lo sostengono”.

Super green pass obbligatori per gli over 50

Mentre si guarda alla graduale eliminazione delle restrizioni e alle riaperture, la leader dell’opposizione tuona contro il provvedimento, in vigore da domani, circa l’obbligo del Super Green Pass per lavorare: “Proibire alle persone di potersi guadagnare da vivere penalizzando anche le aziende che dovranno fare a meno della forza lavoro, in un periodo di grande difficoltà economica per tutta la Nazione è semplicemente delirante”.

La Meloni che strizza l’occhio ai no vax e no green pass aveva più volte espresso il dissenso alle vaccinazioni, decidendo di non vaccinare sua figlia, e di conseguenza al green pass che definisce un “ignobile ricatto” e conclude “non è degno di uno Stato civile. Il green pass va abolito. Subito”.

Ultime notizie