mercoledì, 8 Dicembre 2021

Criminologa precaria riapre il caso Nada Cella: dopo 25 anni c’è una nuova indagata

Nuova indagata nel caso Nara Cella, la Procura sospetta di Annalucia Cecere, ai tempi innamorata del commercialista per il quale Cella faceva da segretaria.

Da non perdere

A distanza di 25 anni la Procura riapre il caso Nada Cella, la giovane ammazzata a Chiavari con dieci colpi sulla testa scagliati con un oggetto pesante. Uccisa nello studio in cui lavorava, le accuse erano sempre ricadute sul commercialista Marco Soracco e sua madre.

Un quarto di secolo più tardi di quel 6 maggio 1996, Antonella Pesce Delfino, riapre il caso. La giovane è una criminologa precaria che attraverso studi e analisi ha fatto emergere un nuovo indiziato, Antonella Cecere. Un delitto imperfetto e grossolano, come dimostra la prima autopsia: “Oggetto scagliato con una furia tale che autorizza a pensare al gesto d’impeto di un folle”. I sospetti sono quindi ricaduti sulla Cecere, invaghita del commercialista, che però era innamorato di Nada.

La donna è stata indagata da subito, salvo poi ritrovarsi con le accuse cadute in archiviazione in tempo record, nonostante il ritrovamento di alcuni indizi, come dei bottoni militari, in casa sua. Durante una perquisizione infatti vennero trovati quattro bottoni in un cassetto, li stessi trovati su Nada.

Quel 6 maggio inoltre, due testimoni l’avrebbero vista passare dalla strada dello studio di Soracco, proprio intorno all’orario in cui si consumò il delitto. Silvana Smaniotto, madre di Nada, ha commentato la riapertura delle indagini con lucidità e ottimismo: Fiducia nella giustizia e speriamo che finalmente la verità venga a galla. Siamo contenti di questa svolta dovuta principalmente al decisivo interessamento della criminologa Antonella Delfino Pesci che con le sue intuizioni ha convinto la Procura a riaprire il caso. Ci speravamo vista l’accuratezza con la quale la dottoressa Gabriella Dotto ha lavorato per individuare e incriminare finalmente un possibile autore dell’efferato delitto”.

Ultime notizie