domenica, 17 Ottobre 2021

Usa, il “Rally for Abortion Justice” ha funzionato: bloccata legge contro l’aborto

Il giudice federale texano Pitman ha dichiarato di aver voluto fortemente compiere questa scelta perché la legge "impedisce illegalmente alle donne di esercitare il controllo sulla propria vita".

Da non perdere

In Usa, dopo le manifestazioni al grido di “abortion is a right, qualcosa si muove. Infatti, dopo l‘entrata in vigore della legge sull’aborto in Texas che vietava le interruzioni di gravidanza dopo la sesta settimana anche se lo stato di attesa era provocato da stupro o incesto, americane e americani erano scesi in piazza a protestare. Lo sdegno della popolazione, evidentemente, non è passato in sordina: il giudice federale texano Robert Pitman ha emesso un provvedimento per bloccare questa legge. Pitman ha dichiarato di aver voluto fortemente compiere questa scelta perché la legge “impedisce illegalmente alle donne di esercitare il controllo sulla propria vita”, il che significa che le donne si sarebbero trovate ad essere “private di un diritto importante“.

Il provvedimento del giudice Pitman impedisce a qualunque funzionario statale, giudice o segretario dei tribunali di far attuare la legge approvata in Texas e prevede misure atte ad informare funzionari giudiziari e privati che si dimostrano a favore la legge ora bloccata. Contro questa legge, quanto meno anacronistica, si era opposta fortemente prima di Pitman anche l’amministrazione Biden.

Ultime notizie