lunedì, 25 Ottobre 2021

Riapertura discoteche e aumento capienze massime: oggi decreto al Cdm

Sull'ipotesi del Cts di riapertura col green pass e al 35% al chiuso e 50% all’aperto per le discoteche, è scontro aperto. La proposta non piace ai sindacati e agli imprenditori del settore che promettono battaglia, fiancheggiati anche dalla Lega.

Da non perdere

Ci siamo: oggi pomeriggio, dopo infinite peregrinazioni, sul tavolo del Cdm dovrebbe arrivare il nuovo decreto sulla riapertura delle discoteche e sull’aumento delle capienze massime di cinema e stadi. Ma sull‘ipotesi del Cts di riapertura col green pass e al 35% al chiuso e 50% all’aperto per le discoteche, è scontro aperto. La proposta non piace ai sindacati e agli imprenditori del settore che promettono battaglia, fiancheggiati anche dalla Lega. Sull’argomento, Matteo Salvini ha infatti dichiarato: “Oggi la Lega sosterrà una posizione europeista”, e chiederà “una sostanziale e sostanziosa riapertura“. Per il leader della Lega, riaprire le discoteche al 35% di capienza “è una follia, non riaprono neanche i locali. Almeno il doppio di capienza, se tu chiedi il green pass e quindi chi entra è vaccinato o tamponato tu riapri al cento per cento. Questo vale per i cinema, i musei, gli stadi, gli uffici, tutti“.

Anche per Maurizio Pasca, presidente del Silb, il Sindacato italiano locali da Ballo, la proposta è folle. Per Pasca, “è inaccettabile“. Perché se è “importante aprire, non si può mantenere quella capienza, i costi di gestione sono ingenti e certamente non riusciremmo a coprirli”. E poi sottolinea: “Una discoteca che ha una capienza di 1.000 persone ha almeno 50-60 persone che lavorano, allora significa che potrebbero entrare solo in 200. È ridicolo, solo il Cts poteva pensarlo. Ci dicano che vogliono tenere le discoteche chiuse, sarebbe più onesto, e ci diano ristori sostanziali”.

Non si è fatta attendere la replica del sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, che ha ribattuto stamattina: “Per il settore delle discoteche finalmente arriva un segnale di riapertura e ripartenza, al momento al 35%” della capienza “ma oggi ci sarà la decisione definitiva” in Cdm “e il mio augurio è che in queste ora ci sia la possibilità di arrivare al 50%“. Nonostante questo, nei giorni scorsi il sottosegretario ha continuato a ripetere che “il Governo ha scelto da tempo di imboccare la strada della gradualità”. Inoltre Costa ha sottolineato che “dobbiamo affrontare le settimane che verranno senza paura, ma con prudenza e responsabilità perché stiamo uscendo da questo tunnel, ma non ne siamo ancora fuori”.

Ultime notizie