venerdì, 22 Ottobre 2021

Risparmiava sulla bolletta manipolando il contatore: agli arresti domiciliari un “furbetto” della corrente

Negli anni l'uomo, titolare di un panificio, era riuscito a risparmiare 105mila euro sulla bolletta elettrica manipolando il contatore e collegandosi abusivamente alla rete elettrica nazionale.

Da non perdere

Un uomo di 58 anni originario di Sant’Antonio Abate, in provincia di Napoli, è stato sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa di giudizio, per furto di energia elettrica aggravato. Negli anni l’uomo, titolare di un panificio, era riuscito a risparmiare 105mila euro sulla bolletta elettrica manipolando il contatore e collegandosi abusivamente alla rete elettrica nazionale.

Durante un controllo, però, i Carabinieri sono riusciti a scoprire il trucco: infatti l’uomo era in grado di attivare e disattivare la rilevazione dei consumi grazie all’ausilio di un interruttore.

Ultime notizie