mercoledì, 27 Ottobre 2021

L’Italia celebra 70 anni di Nato, Europa fuori dal patto Aukus

Australia, Stati Uniti e Gran Bretagna avrebbero fornito a Camberra, tecnologia per la costruzione di alcuni sottomarini a propulsione nucleare, allo scopo di ostacolare la presenza cinese nel Pacifico, tenendo fuori la Francia da questo affare.

Da non perdere

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, sarà oggi a Napoli per festeggiare i 70 anni della presenza Nato in Italia. Insieme a lui, il vice segretario generale della Nato, Mircea Geoana. La cerimonia si svolgerà presso la Base di Napoli dell’Allied Joint Force Command.

Intanto, si parla di tensioni all’interno della Nato. La Francia, infatti, è irritata perché Australia, Stati Uniti e Gran Bretagna avrebbero fornito a Camberra, tecnologia per la costruzione di alcuni sottomarini a propulsione nucleare, allo scopo di ostacolare la presenza cinese nel Pacifico, tenendo fuori la Francia da questo affare.

Proprio ieri, infatti, i tre Stati hanno annunciato il nuovo patto per la sicurezza per la zona indo – pacifica. La nuova alleanza, ribattezzata la “Nato del Pacifico”, si chiamerà Aukus e consentirà all’Australia di costruire i propri sottomarini nucleari.

Subito dopo, in un comunicato congiunto dei ministri degli Esteri e della Difesa, si leggeva “la scelta degli Stati Uniti di accantonare un alleato e partner europeo come la Francia da un partenariato strutturale con l’Australia, in un momento di sfide senza precedenti nella regione indo-pacifica (…) dimostra una mancanza di coerenza di cui la Francia non può che prendere atto con rammarico”.

Jean-Yves Le Drian, ministro dell’Europa e degli Affari Esteri, ha definito la mossa australiana “una pugnalata alle spalle. Avevamo stabilito con l’Australia una relazione di fiducia, questa fiducia è stata tradita. Ora, ci vorrà un chiarimento, gli australiani dovranno dirci come pensano di uscirne”.

La risposta di Pechino non è mancata, giudicando questa scelta figlia di una una mentalità da Guerra Fredda e “irresponsabile”. Inoltre, ha messo in dubbio l’impegno dell’Australia sulla non proliferazione nucleare, trattato di cui è firmataria.

Ultime notizie