sabato, 25 Settembre 2021

No vax e No pass protestano ancora: folla a Genova tensione a Torino

La protesta dei "no vax" e "no pass" non si ferma. Risposta eterogenea, male Roma con poche centinaia, folla a Genova Tensione a Torino.

Da non perdere

Il popolo dei “no vax” e dei “no Green pass” torna in piazza per nuove manifestazioni che hanno tutte lo stesso obiettivo: contrastare il passaporto verde e la somministrazione dei vaccini. Attraverso molti canali tra social network e Telegram, la gente con un “passaparola” si è potuta informare su dove e quando andare a protestare. Ad esempio nel gruppo “Basta dittatura” – con oltre 42mila contatti – vi è l’elenco delle piazze in cui ci saranno le manifestazioni: Roma, Milano, Torino, Napoli, Genova e Firenze. “E sarà così ogni sabato finché – dicono i “no vax” – non finirà questa dittatura sanitaria”. “Non ci saranno né sigle, né movimenti, ma solo il popolo contro il Green Pass e contro questa dittatura”.

Queste le parole dei manifestanti che si sono dati appuntamento a Piazza del Popolo, a Roma, guidati da Giuliano Castellino di Forza Nuova. A Milano il luogo prescelto è Piazza Fontana, obiettivo proseguire per il centro, dove sono autoconvocati due diversi presidi. Nonostante il blocco dei treni si sia rivelato un flop e le inchieste abbiano fermato “i Guerrieri”, la protestava va avanti. A Torino nel pomeriggio grandi momenti di tensione, quando il corteo ha tentato di deviare dal percorso sono volati calci e spintoni con le Forze dell’Ordine; Genova la città che ha risposto meglio; male Roma. A Milano si è visto anche il leader di Italexit, Gianluigi Paragone.

Da piazza Duomo si sono spostati verso piazza della Scala, sugli striscioni  scritte quali ‘No green pass’, ‘Umani non sorci’ ‘Siamo il popolo’, ‘Giù le mani dai bambini’, ‘Milano non si piega’. Dai manifestanti sono partiti gli insulti verso il premier, Mario Draghi, e il sindaco di Milano, Giuseppe Sala.

Ultime notizie